PD SENZA ARGOMENTI rottama anche la collaborazione per il PARCO MATTEI

5stelle sdm

Il M5S di San Donato Milanese ha partecipato con lealtà al tavolo delle trattative sul Parco Mattei. Ha sostenuto con convinzione e decisione la necessità di stabilire priorità si azione, di indicare all'amministrazione comunale una via percorribile e realizzabile in tempi ben definiti.
Abbiamo letto una prima versione di un potenziale accordo scritto da Gianfranco Ginelli, esponente della maggioranza nel quale riassumeva i possibili argomenti di incontro politico. In esso si dava atto della necessità di indicare PRIORITARIA la riqualificazione degli impianti natatori per potere praticare agonisticamente sport acquatici e si stabiliva come arco temporale indicativo per l’attuazione di tale riqualificazione dai 12 a 18 mesi.
Il M5S era pienamente d’accordo con questa impostazione.  Questo avveniva mesi a dietro.
 
Successivamente i rappresentati della maggioranza indicavano alla terza riunione avvenuta il 27 marzo che non avrebbero firmato l’accordo pur condividendo i contenuti perché vi erano non ben precisate modifiche da introdurre.

Successivamente, la maggioranza ha presentato un nuovo documento nel quale si toglieva la definizione temporale della riqualificazione e si sminuiva la priorità data alla riqualificazione degli impianti natatori.
Le forze politiche hanno capito che vi era da parte della maggioranza un tentativo di continuare a non fare nulla e di “tirare alle lunghe”. 
Nonostante questo e nello spirito di volere offrire alla cittadinanza dei servizi migliori ed un Parco Mattei che sfrutti a pieno le sue potenzialità il M5S di San Donato ha lavorato per portare concretezza al tavolo e per mantenere lo spirito di collaborazione iniziale.
Leggiamo oggi che a causa di altri fattori politici il PD decide di abbandonare la collaborazione per il Parco e di ritrarsi dal tavolo, pur rendendosi “disponibile” a parlare, non scrivendo esplicitamente con quali forze. 
 
Chiediamo ai cittadini di San Donato se sia ragionevole che una forza politica che governa si neghi a continuare una esperienza di costruzione comune per risolvere un problema vero della città per il semplice motivo che su altri argomenti altre forze politiche non sono d’accordo con loro.
Chiediamo ai cittadini di San Donato se a loro risulta che rappresentanti delle forze politiche di opposizione siano state a urlare nella sala consigliare, a noi non risulta. 
Chiediamo ai cittadini di San Donato se manifestare un dissenso sia o no un diritto costituzionale. È Evidente che lo sia.
 
Di fronte a tanta evidenza chiediamo ai cittadini di San Donato se pure a loro non sembra il ritiro della maggioranza dal tavolo di confronto e collaborazione per contribuire a trovare una soluzione all'annoso problema del degrado del Parco Mattei una palese scusa per continuare a non fare niente di efficace e per nascondere le gravi colpe di sindaco e giunta nella gestione della gestione di tutto L'affare Parco Mattei.

Comunicato Stampa  M5S SDM
Log in to comment