CS SDMIn occasione di M’illumino di meno, l’Ente promuove una serie d’incontri su risparmio e sostenibilità

 Un clic per spegnere l’interruttore. A volte basta un piccolo gesto, ripetuto, per adottare uno stile di vita sostenibile dal punto di vista economico e ambientale. È proprio questo lo scopo di M’illumino di meno, l’iniziativa simbolica ideata nel 2005 dalla trasmissione radiofonica Caterpillar. Come ormai da diversi anni, il Comune rilancia la proposta di Rai Radio 2, dedicata, in occasione del suo quindicesimo anniversario, all’economia circolare. Proprio questo tema, dunque, sarà il filo conduttore di un programma di eventi che, nel corso della prossima settimana, coinvolgerà cittadini, associazioni e istituzioni.

 Si parte lunedì 25 febbraio, giorno in cui prenderà il via il Focus sulle energie rinnovabili, ossia un approfondimento che coinvolgerà gli alunni delle scuole elementari cittadine con la consegna di schede didattiche sul risparmio energetico. A coronamento dell’insolita settimana, venerdì 1 marzo Elior, gestore del servizio mensa, spegnerà le luci dei refettori scolastici per servire un pranzo alternativo a base di educazione e divertimento. Sempre venerdì 1 marzo, giorno propriamente dedicato a M’illumino di meno, il Centro di Aggregazione Giovanile ospiterà l’«Ecologioco», un’apericena a smartphone spenti per divertirsi e relazionarsi in libertà. Sabato 2 la didattica uscirà dalle aule scolastiche per scendere nelle strade cittadine. In particolare, presso la Ciclofficina AIAS di via Di Vittorio si potrà partecipare ai laboratori di riparazione di biciclette, utili per imparare a mantenere o recuperare vecchi mezzi a due ruote. Nel frattempo, alla Casetta di via Unica Bolgiano, l’associazione SandoCalling si occuperà della raccolta di indumenti, tessuti, giochi, libri e DVD usati. Domenica 3, ultimo giorno della settimana dedicata al risparmio energetico e agli stili di vita sostenibili, lo Spazio della Comunità sarà teatro del gran finale. Qui, nel corso del pomeriggio, sarà possibile fare compere al mercatino dell’usato, partecipare a laboratori per tutte le età o, più semplicemente, assistere a un concerto acustico di fronte a un bicchiere di sangria.

 «L’importanza di M’illumino di meno – dichiara l’Assessore all’Ecologia Chiara Papetti – supera il suo pur grande valore simbolico. L’iniziativa, difatti, oltre a mobilitare e a unire un gran numero di concittadini, consente di porre l’accento su questioni sempre più urgenti per noi e, soprattutto, per i nostri figli. Nel ringraziare tutte le realtà coinvolte nell’iniziativa, ci terrei a fare un plauso speciale ai tanti giovani che, impegnandosi nell’organizzazione degli eventi, hanno dimostrato attenzione, consapevolezza e attaccamento nei confronti della nostra Comunità».

 

Vedi il Programma

Log in to comment