Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

CS SDMI legali e i tecnici delle Cooperative e del Comune hanno definito un piano operativo per l’avvio dei lavori di completamento degli immobili

 Nei giorni scorsi, alcuni quotidiani hanno riportato la notizia della recente sentenza di primo grado del Tar Lombardia in cui al Comune di San Donato Milanese viene contestata la mancata proroga dei permessi di costruire del 2017. In merito a ciò, l’Amministrazione dichiara quanto segue:

 «La sentenza fa riferimento a un "quadro temporale" precedente all'intervento della Magistratura Ordinaria. Il Giudice amministrativo non ha in alcun modo esaminato l’operato della Magistratura Ordinaria, la quale, poco dopo la “mancata concessione delle proroghe dovuta alla non ottemperanza delle Ordinanze di Messa in pristino”, ha ritenuto di porre sotto sequestro preventivo gli immobili del Piano di Recupero in quanto tutto si stava realizzando fuorché la rimessa in pristino, come invece affermano in malo modo le forze politiche di minoranza sui giornali e sui social network. Fatta questa doverosa premessa, evidenziamo il prezioso lavoro svolto negli scorsi mesi dai tecnici comunali e dai legali incaricati dai Soci delle Cooperative (affiancati da professionisti qualificati), che ha portato, lunedì scorso, all’autorizzazione da parte della Procura della Repubblica al riavvio dei lavori di realizzazione del complesso immobiliare. Non sono ancora stati risolti tutti gli aspetti tecnici, in quanto si è in attesa del parere favorevole della Soprintendenza sul primo progetto di “ripristino della conformità” esaminato dalle parti (Palazzina 19), che ha già ottenuto il benestare del Comune e del Parco Agricolo Sud Milano. Un primo via libera, tuttavia, è già stato rilasciato. Riguarda tutte le palazzine e autorizza la messa in sicurezza dei beni (con la posa dei serramenti e delle persiane) e il completamento degli impianti connessi alle opere di conformizzazione (già vagliati positivamente e sui quali le parti hanno trovato un punto di contatto per ripristinare la conformità ai progetti autorizzati».

 «In data odierna, alla mia presenza – aggiunge il Sindaco Andrea Checchi – tutte le parti coinvolte (legali e tecnici delle Cooperative, Ufficio Tecnico e Polizia Locale del Comune) hanno definito un piano operativo per questa prima e fondamentale fase dei lavori necessari al completamento degli immobili del Piano di Monticello. Si è individuato, dunque, un percorso che sarà necessariamente ancora lungo, ma che consentirà di riavviare già nei prossimi giorni i lavori. Ciò permetterà di perfezionare in via definitiva la conformizzazione, la rimessa in pristino e la consegna delle case ai nostri concittadini. Finalmente, per molte famiglie sandonatesi, s’intravede una luce in fondo al tunnel».

 

Log in to comment

Redazione RecSando

Da Aprile 2014 – La rete Civica - Recsando è  il giornale online dei cittadini del Sud Milano con iscrizione  presso il Trib. di Milano n.146 del 16/04/14.
La redazione di Recsando lavora per garantire il coordinamento delle informazioni, promuove  ricerche  e  approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi