Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

CS SDMQuesto l’esito emerso dalle urne della terza edizione del Partecipativo. Nonostante il maltempo, un migliaio di cittadini hanno voluto esprimere il proprio voto

4 nella sezione Aiutare, 2 per Innovare, 2 per Sorprendere, 1 per Migliorare. Sono i progetti che, grazie alla terza edizione del Bilancio Partecipativo, saranno tradotti in realtà. A decidere quali saranno realizzati, domenica scorsa, sono stati un migliaio di cittadini che, nonostante il maltempo che ha caratterizzato tutta la giornata, hanno voluto “partecipare” esprimendo il proprio voto sulle proposte in gara. Per effetto dell’esito delle urne saranno 214mila, sui 300mila messi “in palio” dall’Amministrazione, gli euro investiti per la realizzazione dei progetti.

A determinare l’esito della consultazione sono stati 927 votanti (dei quali 729 residenti e 198 non residenti), che hanno espresso in totale 2.794 voti. Le categorie più votate sono state, nell’ordine: Aiutare (con 779), Innovare (con 778), Migliorare (con 619), Sorprendere (con 618). Tra tutte le preferenze raccolte sono state 189 le schede bianche e 26 quelle nulle.

A vincere la sezione Aiutare è stato (con 207 voti) Vento tra i capelli, progetto del valore di 14mila euro ideato dalla Parrocchia di Sant’Enrico. Nella stessa categoria saranno finanziati anche Il filo del cuore dell’associazione Cuore Fratello (con 150 voti e un budget di 15mila euro), Integrazione e benessere delle mamme del Centro Aiuto alla Vita (con 144 voti e un budget di 15mila euro) e l’Oasi dei tesori della Yabboq (con 123 voti e un budget di circa 23mila euro). Escluso dal verdetto delle urne, invece, Bookbox dell’associazione Gaudio piazzatosi all’ultima posizione con 111 voti.

A imporsi nell’ambito Innovare è stato (con 259 voti) Il gattile per tutti, progetto di Mondogatto del valore di 41mila euro. I restanti fondi a disposizione per la categoria (34mila euro) saranno utilizzati per realizzare anche il secondo classificato (con 214 voti) Miglioriamoci col verde, proposto da Eni Polo Sociale con un investimento iniziale di 40mila euro. Nulla da fare, invece, per Polaris del Comitato genitori della Maria Ausiliatrice (terzo con 167 voti) e SandoCommerce proposto da alcuni commercianti (quarto con 104 voti).

Doppia affermazione per la voce Sorprendere. Sia il primo classificato – SandoTraining di SandoCalling (con 372 voti) – sia il secondo – Noi e Giuseppe Di Vittorio dell’Anpi (con 164 voti) – saranno portati a compimento. L’operazione richiederà un investimento di 25mila euro per il primo e di 10mila per il secondo.

Esito scontato per la categoria Migliorare che vedeva in gara un solo progetto, risultato il più votato in assoluto di questa edizione: Bici marcata, bici salvata. Presentato da Wwf, Fiab e San Donato Riparte, ha ottenuto 564 preferenze e sarà realizzato con un investimento del valore di 37mila euro.

«Un calo fisiologico rispetto alle precedenti edizioni – spiega l’Assessore alla partecipazione Francesco De Simoni – era in preventivo. Il maltempo, purtroppo, ha ulteriormente inciso sulla partecipazione. Premesso ciò, siamo soddisfatti dell’andamento dell’intera edizione che, come le precedenti, migliorerà San Donato grazie alla realizzazione di idee pensate, promosse e sostenute dai cittadini. Sulla scorta dell’ulteriore esperienza maturata in questi mesi, valuteremo quali correttivi adottare alle forme di coinvolgimento diretto dei sandonatesi nella vita e nelle scelte per la città».

 

Log in to comment

Redazione RecSando

Da Aprile 2014 – La rete Civica - Recsando è  il giornale online dei cittadini del Sud Milano con iscrizione  presso il Trib. di Milano n.146 del 16/04/14.
La redazione di Recsando lavora per garantire il coordinamento delle informazioni, promuove  ricerche  e  approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi