Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

CS SDMDomenica 10 giugno, allievi e maestri suoneranno per i 30 anni dei corsi
 1988-2018. La realtà musicale di via Parri spegne 30 candeline. Per questo il concerto di fine anno (il 10 giugno in piazza della Pieve) sarà ancora più rock.
 Se si volesse incidere una compilation attingendo dai diversi live, servirebbero almeno 60 cd. Se si mettessero uno dietro l’altro i metri di cavi utilizzati durante i concerti, copriremmo l’intero stretto di Messina. Se si dovessero trasportare in un sol luogo tutti gli studenti passati per la scuola, si riempirebbero circa 166 pullman. Sommando gli insegnanti, si potrebbero mettere su 4 squadre di pallavolo. Sono questi i numeri di 30 anni di scuola di rock.
 Spostandosi dalla quantità alla qualità, si scopre che in via Parri la musica è considerata una cosa seria. Ci si diverte, senza dubbio, ma s’impara anche. I video pubblicati sulla pagina facebook della scuola (@scuoladirock) ne sono la riprova. Tra gli ex alunni c’è chi è stato finalista del Festival di Saint Vincent, chi ha suonato con gli Hammer e con la Bertè, chi ha partecipato a Sanremo Giovani. Complice anche il passaggio di artisti affermati del calibro di Stefano Cerri, Walter Calloni, Sergio Pescara, Gregg Bissonette e Stefano Re ‒ che a scuola hanno tenuto dei workshop ‒ non sono pochi gli allievi che hanno fatto della propria passione un lavoro (come musicisti, come tecnici o come professionisti del settore).
 Chi, invece, alla scuola di rock è capitato quasi per caso, ma ne conserva tutt’oggi un bel ricordo (vedi l’intervista su SDMese di Maggio), è Giuliano Sangiorgi, voce dei Negramaro. Era il luglio 2001 e la band, che ancora doveva sfondare nel mercato discografico, utilizzò le sale prove di via Parri. Quell’anno, in piazza della Pieve, suonarono davanti a una manciata di sandonatesi; quest’anno, il 27 giugno, si esibiranno davanti al pubblico di San Siro.
 «Un percorso che auguro a tutti i gruppi che, il 10 giugno dalle 21, suoneranno al concerto – dichiara l’Assessore al protagonismo giovanile Francesco De Simoni – ho visitato la scuola durante le prove e penso che ne abbiano tutte le potenzialità».
 «Nonostante le difficoltà insorte dalla rinuncia del partner privato incaricato della realizzazione dell’Estate Sandonatese – aggiunge l’Assessore agli eventi Serenella Natella – grazie all’impegno dei tecnici dell’Ente, riusciremo a garantire lo svolgimento di questo concerto, da 30 anni momento importante per i giovani e le famiglie di San Donato».

 

Log in to comment

Redazione RecSando

Da Aprile 2014 – La rete Civica - Recsando è  il giornale online dei cittadini del Sud Milano con iscrizione  presso il Trib. di Milano n.146 del 16/04/14.
La redazione di Recsando lavora per garantire il coordinamento delle informazioni, promuove  ricerche  e  approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi