Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

CS SDMAl via i lavori per la sperimentazione del futuro assetto viabilistico dello svincolo al confine con il territorio milanese

Da complicato crocevia a ordinata rotonda. L’Amministrazione comunale riscrive il futuro della viabilità cittadina, intervenendo in uno dei punti nodali di tutto il Sud Milano. Sono iniziati in questi giorni i lavori per avviare la sperimentazione del nuovo sistema viabilistico dello svincolo di San Martino. L’intervento serve a testarne la funzionalità in vista di quello che sarà l’assetto definitivo.

Dopo alcuni piccoli lavori preliminari, in corso in queste ore, i tecnici dei due Enti (San Donato e Milano) si incontreranno nei prossimi giorni per definire gli ultimi dettagli dell’intervento, con l’obiettivo di introdurre il nuovo sistema viabilistico tra la fine di giugno e l’inizio di luglio. Attraverso la posa di new jersey in cemento armato verrà creato un rondò, interrompendo i due segmenti stradali che oggi attraversano il crocevia. Le auto provenienti dalle quattro vie (cavalcavia tangenziale, Emilia direzione nord e sud, Bonarelli) che attualmente confluiscono nello svincolo saranno convogliate in una rotatoria europea, con precedenza, dunque, per chi la sta già percorrendo. La nuova viabilità sarà evidenziata dalla segnaletica verticale e orizzontale che sarà posata a corredo dei lavori.

«Grazie alla collaborazione con il Comune di Milano – dichiara l’Assessore ai Lavori Pubblici Andrea Battocchio – intendiamo semplificare uno degli svincoli nevralgici, non solo di San Donato, ma di tutto il Sud Milano. Interveniamo con l’obiettivo di elevare la sicurezza in un luogo di grande passaggio, spesso teatro di incidenti, purtroppo, anche mortali».

«La sperimentazione – aggiunge il Sindaco Andrea Checchi – ci consente di modificare fin da subito l’assetto, testandone la bontà ed evidenziandone gli eventuali limiti in vista dell’opera definitiva che presuppone un investimento economico rilevante e il perfezionamento di un iter burocratico necessariamente lungo, intervenendo in un’area a confine tra due Comuni»

Log in to comment

Inviato: 12/09/2018 15:19 da Giorgio Soave #4576
Avatar di Giorgio Soave
Sinceramente a San Donato ho rinunciato a usare la bicicletta, salvo che sulle poche piste ciclabili sulla via De Gasperi e via Cefalonia. Le altre, quando ci sono, sono da lasciar perdere (es. quelle di via Europa).

La rotatoria di San Martino invece mi pare (finalmente) una buona soluzione. Quando lavoravo al 1° P.U. erano uno spettacolo frequente gli incidenti fra le auto provenienti da Milano e quelle provenienti dalla via Emilia che dovevano svoltare verso l'autostrada (e assurdamente avevano la precedenza, pur provenendo da sinistra).
Ora si gira in tondo, senza incroci e tutto va bene. Ci sono voluti 50 anni. Meglio tardi che mai.
Inviato: 12/06/2018 12:02 da Luciano Monti #4574
Avatar di Luciano Monti
Speriamo che fra i tecnici dei due comuni sia coinvolto almeno uno degli esperti di ciclovie e che venga presa in seria considerazione anche il transito e la sicurezza dei ciclisti.
Su questi argomenti e sulle possibili sperimentazioni, può essere molto utile riascoltare l'intervento di esperti intervenuti nella serata di Cascina Roma, vedi qui:
www.recsando.it/rassegna-stampa/rassegna...enessere-delle-citta
Inviato: 08/06/2018 06:58 da Fabrizio Cremonesi #4573
Avatar di Fabrizio Cremonesi
Considerate che ogni lavoro effettuato senza tenere conto della nuova legge 2977 del dicembre 2017 al Senato, che equipara la bicicletta a veicolo è un lavoro fatto male. Consideriamo che nella rotonda devono necessariamente passarci le biciclette. Considerare un collegamento a Nord con una ciclabile verso Rororedo consentirebbe al Comune Di San Donato Milanese di adottare il principio di NORD SUD EST OVEST. Se ogni comune si collega all'altro creiamo Bicipolitana Network

Redazione RecSando

Da Aprile 2014 – La rete Civica - Recsando è  il giornale online dei cittadini del Sud Milano con iscrizione  presso il Trib. di Milano n.146 del 16/04/14.
La redazione di Recsando lavora per garantire il coordinamento delle informazioni, promuove  ricerche  e  approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi