Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

A San Donato Milanese  viene protocollato in Comune, da un operatore privato, un progetto relativo alla realizzazione di un parco avventura con giochi attrezzati e di simulazione di guerra, nell’ex vivaio Eni.

Un’area di circa 8mila mq, per anni lasciata inalterata e ricca di vegetazione

Il Presidente della benemerita Associazione WWF del Sud Milano, Giorgio Bianchini  e tutti i soci attivi del WWF SUD MILANO esprimono le loro perplessità, su questo progetto e noi come RecSando / Bicipolitana Network, non possiamo che essere d'accordo.

Scrivono nel gruppo ufficiale del WWF su facebook, questo post:

" Buonasera, di seguito una nostra riflessione sul progetto di Parco Avventura in un bosco nel centro di San Donato:
Dalle colonne de “Il Cittadino” dell’12 02 2018 si apprende la volontà di un operatore privato di proporre un progetto per l’area che si trova a ridosso del cimitero di San Donato e l’entrata degli uffici Saipem.

Si tratta di un ex vivaio, di circa 8000mq, lasciato inalterato da diversi anni dove la vegetazione è si cresciuta in maniera disordinata, ma proprio questa condizione ha permesso lo sviluppo degli alberi in maniera notevole.


Non abbiamo ancora visionato il progetto e non abbiamo una posizione preconcetta contro un parco avventura (sui “war games” o simili siamo molto più scettici), ma da quanto è stato possibile leggere le trasformazioni che vengono proposte destano qualche preoccupazione.

Si legge ad esempio che verrà realizzato uno spiazzo (che, verosimilmente, comporterà l’abbattimento di numerosi alberi): servirà come parcheggio per i futuri utilizzatori?

In una San Donato che sembra faccia fatica a trovare una soluzione per limitare il grande volume di traffico, davvero sarebbe una buona idea creare un nuovo polo attrattivo in una via già pesantemente trafficata?


Proponiamo all’Amministrazione di indirizzare le scelte del soggetto privato verso una trasformazione dell’area quanto più leggera possibile, tralasciando progetti che possano avere una rilevanza sovracomunale. Facciamo presente che si tratta di una piccola “oasi di pace” che, crediamo, possa essere la carta da giocare per offrire alla città di San Donato un maggiore livello di qualità della vita. Auspichiamo che quest’area venga restituita alla città, ma che sia impostata in modo tale da mantenere la caratteristica che l’ha caratterizzata fino ad ora. Il WWF si dichiara disponibile a dare il proprio contributo in tal senso."


Soci Attivi del WWF Sud Milano


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
 

 


Un polmone verde, una foresta incontaminata nel centro cittadino di San Donato Milanese, è in pericolo.

Log in to comment

Redazione RecSando

Da Aprile 2014 – La rete Civica - Recsando è  il giornale online dei cittadini del Sud Milano con iscrizione  presso il Trib. di Milano n.146 del 16/04/14.
La redazione di Recsando lavora per garantire il coordinamento delle informazioni, promuove  ricerche  e  approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi