Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Gli “oscar” delle quattro sezioni vanno alla Studentesca, al Cav, all’asd San Donato e al Comitato di Poasco che vedranno realizzati i loro progetti
 
Risolleviamoci, Spazio bimbi e mamme felici, Bonifica e riqualifica Centro Sportivo Picchi, Una scuola calda d’inverno e fresca d’estate. Sono i progetti che hanno vinto le quattro sezioni della seconda edizione del Bilancio Partecipativo. È questo il responso delle urne che domenica scorsa, durante la Giornata della Partecipazione, hanno raccolto 10.477 voti, espressi da 2.796 votanti. I quattro progetti vincenti, come previsto dalle regole dell’iniziativa, saranno tradotti in realtà. Destino che, come accaduto nella prima edizione, sarà riservato anche alle proposte piazzatesi alle spalle dei vincitori, fino a esaurimento dei fondi messi a disposizione dall’Amministrazione per un totale che ammonta a 300mila euro.  
Il progetto Risolleviamoci è quello che in assoluto ha ricevuto il maggior numero di preferenze: 1.412. Il brillante risultato, pone la proposta dell’associazione Studentesca sul gradino più alto del podio della sezione Sport, cultura e tempo libero. Alle sue spalle si sono piazzati con 533 votiLa salute vien camminando di Aicca, con 398 Piu (Progetto inclusivo urbano) di San Donato Smart City e con 225 Sandoclimbing proposto da giovani arrampicatori sandonatesi. Sommando le schede bianche (87) e le nulle (5), in totale sulla sezione si sono espresse 2.660 persone.
 
Seconda edizione e seconda vittoria di “categoria” per il Centro Aiuto alla Vita che anche quest’anno, con 825 voti, “sbaraglia” la concorrenza nell’ambito Solidarietà e lavoro con il progetto Spazio bimbi e mamme felici. La sezione si completa con il secondo posto di Biciclettiamo di Aias (con 712 voti), Pattinauti di Gaudio (con 493 voti) e Un sito per il volontariato del Coordinamento del Volontariato Locale (con 391 voti).  Con le schede bianche (144) e le nulle (2), in totale la sezione ha raccolto 2.567 voti.
La sezione più “ricca” (con un budget di 120mila euro, doppio rispetto a quello delle altre) se l’è aggiudicata Bonifica e riqualifica Centro Sportivo Picchi, progetto proposto dall’asd San Donato che ha ottenuto 1.134 voti. A completare la graduatoria di Ambiente e cura della città sono Viviamo gli orti della Sezione orti di Eni Polo Sociale (con 791 voti), Fiume verde di Recsando (con 520 voti) e Un chip per amico di Mondogatto (con 271 voti). Le schede bianche (69) e le nulle (9) contribuiscono a rendere la sezione la più votata in assoluto con 2.794 voti.
 
Testa a testa, infine, nell’ambito Scuola e Giovani dove i concorrenti erano solo due. A vincere per soli 42 voti è stata la proposta del Comitato di Quartiere Poasco-Sorigherio Una scuola calda d’inverno e fresca d’estate che ha raccolto 1.158 preferenze. IngleSando del Comitato Genitori Comprensivo Hack si è piazzato secondo con 1.116 voti. Sommando ai voti dei due contendenti le schede bianche (179) e le nulle (3) si ottiene un totale per la sezione pari a 2.456 voti.
 
«Complimenti ai vincitori – commenta l’Assessore Gianfranco Ginelli – e a tutti i contendenti, che hanno compreso e interpretato al meglio lo spirito dell’iniziativa. Archiviata la fase del voto, i nostri tecnici sono già al lavoro per capire quali altri progetti, oltre a quelli vincenti, potranno essere realizzati. A vincere, comunque, è stata tutta la città che, grazie alla concretizzazione dei progetti nati in seno al Partecipativo, sarà ancora più bella e vivibile».
 
«Tutti i partecipanti – aggiunge il Sindaco Andrea Checchi – meritano un ringraziamento speciale per le energie impiegate in questi mesi. Per valorizzare questo grande impegno cercheremo di finalizzare il maggior numero di proposte possibili, facendo tesoro, nell’adottare scelte future, di quelle che non troveranno compimento».
 
Log in to comment

Inviato: 24/03/2017 17:53 da Laura Cirillo #4363
Avatar di Laura Cirillo
Buongiorno a tutti.

Grazie ad Enrico per aver espresso il suo appoggio al progetto Ingle-sando e per il suo pensiero, e a Luciano per aver spiegato le motivazioni che stanno dietro la sponsorizzazione del progetto di Poasco (che comunque con condivido fino in fondo).

Premetto che sono molto contenta che una scuola di SDM venga resa più vivibile e accogliente con l'introduzione dell'impianto di condizionamento, ma sono d'altra parte convinta che il Comune dovrebbe effettuare questi interventi di manutenzione in TUTTE le Scuole del territorio (nessuna Scuola ha l'impianto di condizionamento, non solo Poasco) a prescindere dal Bilancio Partecipativo. Come scrive Enrico, l'urgenza in realtà dovrebbe seguire la logica delle scuole adibite a centri estivi, che a luglio/agosto diventano dei veri forni!

L'Associazioni Genitori M.Hack di cui faccio parte ha interpretato il Bilancio Partecipativo come strumento per poter proporre progetti a favore del più ampio numero di cittadini all'interno di un'area specifica (nel nostro caso Scuola e giovani). La proposta dell'Inglese per tutte le Scuole Primarie di San Donato vuole andare in questa direzione, agevolando soprattutto le famiglie meno abbienti, che a differenza di altri non possono permettersi i costosi corsi di potenziamento extra-scolastici.
Pertanto mai avremmo proposto un progetto solo per le nostre Scuole.

Questa però è la nostra interpretazione del Bilancio Partecipativo, ogni gruppo decide liberamente come utilizzare questa opportunità.

Per fortuna, in questo caso, i progetti verranno portati avanti entrambi in quanto rientrano nel budget dei 60K€ disponibili per l'area Scuola e giovani.
Ora è importante capire le tempistiche (supponiamo prossimo anno scolastico) e come le singole Direzioni Didattiche vorranno organizzare il corso d'inglese.

Buona serata a tutti
Laura
Inviato: 23/03/2017 21:02 da Enrico Coviello #4362
Avatar di Enrico Coviello
Ciao Luciano,
io non ho potuto partecipare alla serata di presentazione e non ero come molti a conoscenza di questa scelta, ma come tanti cittadini chiamati a votare chiedo: se prima della votazione si era già stabilito che entrambi i progetti in lizza sarebbero stati comunque finanziati, perchè farci votare? Forse si poteva risparmiare la carta di qualche migliaio di schede.
Per me il discorso è che gli interventi sugli edifici scolastici dovrebbero prescindere da competizioni e logiche di consenso ma seguire una programmazione razionale che risponda ai bisogni di tutti, altrimenti avremo scuole con infissi ed aria condizionata e altre senza nè gli uni nè l' altra (come quella citata in cui regolarmente si svolgono i centri estivi, escluso lo scorso anno).
Sentiamo spesso dire che le risorse sono scarse, penso che l' amministrazione debba prendersi la responsabilità di spenderle in maniera razionale (mentre non credo si vada lontano con le valutazioni sui quartier più o meno considerati dagli altri o su se faccia più caldo in campagna o tra palazzi e cemento).
Ti ringrazio per la spiegazione sulla posizione dell' Associazione Recsando, sarebbe stato interessante discuterne prima, non mi pare di aver visto un forum al riguardo.
buona serata e bun lavoro
Enrico
Inviato: 23/03/2017 19:14 da Luciano Monti #4361
Avatar di Luciano Monti
Vorrei solo informarti, visto che non sei al corrente, che per l'area "Scuola e giovani" i 60000 € stanziati dal Bilancio Partecipativo coprono entrambi i preventivi dei progetti presentati (33000 quello della lingua inglese e 25000 quello della scuola di Poasco). Non essendoci altri progetti per quell'area, sono entrambi realizzabili. Questo era stato comunicato prima delle votazioni e confermato in una serata pubblica al Troisi.
Per quanto riguarda altre considerazioni generali sullo stato delle scuole e sulla necessità di intervenire indipendentemente dal Bilancio Partecipativo, posso anche essere in parte d'accordo con le tue considerazioni.
Ma questo è un altro discorso.
Recsando ha dato indicazioni di votare per la scuola di Poasco sia perchè, sapendo che entrambi i progetti sarebbero passati, ha voluto andare incontro alle richieste di una frazione da sempre poco considerata dagli altri cittadini sandonatesi, sia perchè nel proprio progetto "Fiume Verde" (area Ambiente) aveva previsto anche il completamento della pista ciclopedonale, in buona parte già esistente, proprio con la frazione Poasco-Sorigherio.
Ma questo nostro progetto, purtroppo, non è passato.

Enrico Coviello ha scritto:
Penso che Il risultato della Sezione Scuola debba far riflettere su limiti e caratteristiche della partecipazione intesa in questa forma.
Un progetto rivolto agli studenti di tutte le scuole di San Donato per potenziare la lingua inglese senza gli alti oneri per le famiglie non viene recepito dall’ Amministrazione Comunale per una manciata di voti.
Un progetto riguardante l’ introduzione dell’ aria condizionata in una solo plesso scolastico passa grazie al voto concentrato dei residenti in quel quartiere (Poasco), sempre per una manciata di voti.
Credo che un Comune che si rispetti dovrebbe impegnarsi a sostenere da subito anche il progetto dell’ Inglese per tutti , stanziando immediatamente le relative risorse (peraltro piuttosto contenute).
Altrimenti si dimostrerà che più che il valore delle proposte per l’ intera collettività pesa la capacità di muovere blocchi di voti, in una logica di vinti e vincitori, mentre bisogni fortemente sentiti dalle famiglie continueranno a restare insoddisfatti.
Se il Comune ritiene prioritario dotare tutte le scuole di aria condizionata ben venga (il caldo c’è per tutti), ma dovrebbe agire in maniera uniforme programmandolo in maniera uniforme nei suoi Piani di intervento sugli edifici .
Ci sono scuole come la primaria di Via Di Vittorio con infissi di ferro antiquati che da tempo avrebbero dovuto essere cambiati , questo intervento deve essere oggetto di una lotteria in competizione con altre necessità del territorio o è doveroso che il Comune agisca anche senza la visibiltà di un “Partecipativo”.
Alcune di queste scuole sono aperte anche ad Agosto per lo svolgimento dei centri estivi , non sarebbe logico dotare prima queste dell’ aria condizionata (immaginiamo il disagio supplementare dei bambini di Poasco che frequentano i centri , che si saranno abituati al fresco fino a giugno per poi piombare nell’ afa comune).
Recsando ha scelto, non so sulla base di quali valutazioni, di dare indicazione di voto per il progetto che ha, di poco, vinto. Credo che in futuro occorra un maggio sforzo per cercare di far tornare recsando una piazza in cui è utile per tutti confrontarsi, uscendo dalla logica dei “like”, della discussione solo tra amici nei social.
Spero che prevalga il buonsenso e che Giunta e Consiglio, prima della fine del proprio mandato, riescano a dimostrare con decisioni concrete di voler attuare i progetti di maggior valore per la collettività.
Inviato: 23/03/2017 14:01 da Enrico Coviello #4360
Avatar di Enrico Coviello
Penso che Il risultato della Sezione Scuola debba far riflettere su limiti e caratteristiche della partecipazione intesa in questa forma.
Un progetto rivolto agli studenti di tutte le scuole di San Donato per potenziare la lingua inglese senza gli alti oneri per le famiglie non viene recepito dall’ Amministrazione Comunale per una manciata di voti.
Un progetto riguardante l’ introduzione dell’ aria condizionata in una solo plesso scolastico passa grazie al voto concentrato dei residenti in quel quartiere (Poasco), sempre per una manciata di voti.
Credo che un Comune che si rispetti dovrebbe impegnarsi a sostenere da subito anche il progetto dell’ Inglese per tutti , stanziando immediatamente le relative risorse (peraltro piuttosto contenute).
Altrimenti si dimostrerà che più che il valore delle proposte per l’ intera collettività pesa la capacità di muovere blocchi di voti, in una logica di vinti e vincitori, mentre bisogni fortemente sentiti dalle famiglie continueranno a restare insoddisfatti.
Se il Comune ritiene prioritario dotare tutte le scuole di aria condizionata ben venga (il caldo c’è per tutti), ma dovrebbe agire in maniera uniforme programmandolo in maniera uniforme nei suoi Piani di intervento sugli edifici .
Ci sono scuole come la primaria di Via Di Vittorio con infissi di ferro antiquati che da tempo avrebbero dovuto essere cambiati , questo intervento deve essere oggetto di una lotteria in competizione con altre necessità del territorio o è doveroso che il Comune agisca anche senza la visibiltà di un “Partecipativo”.
Alcune di queste scuole sono aperte anche ad Agosto per lo svolgimento dei centri estivi , non sarebbe logico dotare prima queste dell’ aria condizionata (immaginiamo il disagio supplementare dei bambini di Poasco che frequentano i centri , che si saranno abituati al fresco fino a giugno per poi piombare nell’ afa comune).
Recsando ha scelto, non so sulla base di quali valutazioni, di dare indicazione di voto per il progetto che ha, di poco, vinto. Credo che in futuro occorra un maggio sforzo per cercare di far tornare recsando una piazza in cui è utile per tutti confrontarsi, uscendo dalla logica dei “like”, della discussione solo tra amici nei social.
Spero che prevalga il buonsenso e che Giunta e Consiglio, prima della fine del proprio mandato, riescano a dimostrare con decisioni concrete di voler attuare i progetti di maggior valore per la collettività.

Redazione RecSando

Da Aprile 2014 – La rete Civica - Recsando è  il giornale online dei cittadini del Sud Milano con iscrizione  presso il Trib. di Milano n.146 del 16/04/14.
La redazione di Recsando lavora per garantire il coordinamento delle informazioni, promuove  ricerche  e  approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi