Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Ieri sera sono stati svelati i 14 finalisti della seconda edizione del Bilancio Partecipativo. I promotori hanno due settimane per convincere i sandonatesi. Si vota il 19
 
Quattrocategorie, quattordici proposte tra cui scegliere. Ieri sera al Troisi sono stati svelati i finalisti della seconda edizione del Bilancio Partecipativo. A descrivere le proposte, dal palco del teatro cittadino, sono stati i loro promotori, che adesso avranno due settimane per convincere i sandonatesi. La “dead line” è domenica 19 marzo, giorno in cui si terranno le votazioni del bp2.  
Nella sezione Ambiente e cura della città a contendersi la vittoria, consistente nella realizzazione del progetto proposto, saranno in quattro. L’a.c. San Donato con la Bonifica e riqualifica Centro Sportivo Picchi, RecSando con Fiume verde, Mondogatto con Un chip per amico edEni Polo Sociale con Viviamo gli orti. Quattro contendenti anche per l’ambito Sport, cultura e tempo libero: Studentesca San Donato con Risolleviamoci, Aicca con La salute vien camminando, San Donato Smart city con Piu, Progetto inclusivo urbano e SandoClimbing con un progetto “omonimo”. Un quartetto di sfidanti li avrà anche il comparto Solidarietà e lavoro. In questa partita si sfideranno il Cav con Spazio bimbi e mamme felici, il Coordinamento del Volontariato Locale con Un sito per il volontariato, Aias con Biciclettiamo e Gaudio con Pattinauti: amici sul ghiaccio. Sarà una gara a due, invece, quella per conquistare la “palma” della settore Scuola e giovani. Il Comitato di Quartiere Poasco-Sorigherio sosterrà Una scuola calda d’inverno e fresca d’estate, mentre il Comitato Genitori Comprensivo Hack si impegnerà per IngleSando.                                                   
 
Quanti vorranno contribuire alla scelta dei progetti da realizzare (lo scorso anno sono stati in 2.581) avranno due settimane per approfondire la conoscenza delle proposte in vista del voto che si terrà domenica 19. Dalle 10 alle 18, i sandonatesi dai 12 anni in su potranno esprimere la propria preferenza (una per ciascuno dei quattro temi) presentandosi al seggio presente nel proprio quartiere (in caso di dubbi è consigliabile consultare la suddivisione delle vie sul sito del Comune) muniti di documento (carta d’identità o tessera sanitaria). La sede di voto per il Concentrico e Bolgiano sarà in Cascina Roma (per contenere le code con due sezioni: A-L e M-Z), per Certosa al Salone Marchetti di via Parri, per Metanopoli al Parco Mattei e per Poasco nella biblioteca locale. Il voto sarà aperto anche ai non residenti che ultimi potranno votare esclusivamente in Cascina Roma.
     
«Buone idee e grande entusiasmo – racconta l’Assessore alla Partecipazione Gianfranco Ginelli – così sintetizzerei l’incontro di ieri sera, estendendo questa sintesi a tutto il percorso del Partecipativo. Nell’arco di due edizioni siamo riusciti a coinvolgere 18mila persone che hanno deciso e contribuito a realizzare progetti di cui beneficia e beneficerà tutta la cittadinanza».
 
«La doppia esperienza del Partecipativo – conclude il Sindaco Andrea Checchi – dimostra come la comunità sappia, se coinvolta nel modo giusto, esprimere e realizzare proposte costruttive. Dimostra altresì quanto la nostra Amministrazione sia aperta all’ascolto dei cittadini, non esitando a invitarli “in cabina di regia”, qualora abbiano valide idee per migliorare San Donato. Ci tengo a ribadire che con il Partecipativo l’Amministrazione non “abdica” dal suo ruolo decisionale, come qualcuno ha voluto far credere. Noi crediamo nel coinvolgimento e nel fare le cose insieme, e questa è una delle tante declinazioni che promuoviamo per tradurre questo convincimento in realtà».
 
Log in to comment

Inviato: 03/03/2017 16:54 da Renato Tramutoli #4322
Avatar di Renato Tramutoli
Mettere in palio 300.000€ per un concorso fra cittadini non significa ascolto e fare le "cose" insieme . Significa non conoscere le priorità della città e delegare ai gruppi/aggregazioni più numerosi la scelta di dove e come spendere le risorse . Governare significa assumersi la responsabilità delle scelte nell'interesse di tutti .

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi