Bosco Triulzio: abbattimenti mirati per la sicurezza

Dopo i ripetuti crolli causati dai nubifragi, i controlli di stabilità su 50 piante nell’area verde di fronte a Cascina Moro hanno evidenziato la necessità di rimuovere 9 alberi

Prima una pianta crollata su 4 esemplari più giovani (caduti anch’essi), poi un altro cedimento “solitario”. I violenti nubifragi estivi hanno preso di mira il boschetto adiacente il borgo Triulzio, causando una serie di cadute tra le sue piante. Per questo i tecnici comunali, nelle scorse settimane hanno avviato un’indagine mirata sullo stato di fatto degli alberi dell’area, al fine di mettere la stessa in sicurezza.

Dal Visual tree assessment (valutazione visiva dell'albero su basi biomeccaniche) effettuato su una cinquantina di piante è risultato che 9 di queste non presentavano condizioni sufficienti di stabilità. Per effetto di ciò questa mattina, gli operai della Floricoltura San Donato (attuale gestore del servizio di cura del verde cittadini) hanno avviato le operazioni di abbattimento degli alberi che presentavano problemi di stabilità con rischio di caduta: 7 robinie, una quercia e un cercis. Gli esemplari abbattuti, nei prossimi mesi, saranno sostituiti da altrettante nuove piantumazioni.

In allegato, le operazioni di abbattimento delle piante che non hanno superato il vta



San Donato Milanese, 9 agosto 2016
Log in to comment