Comunicato stampa
 

Decoro cittadino: via 250 m2 di pastrocchi
In corso d’opera la pulizia delle facciate del Centro Socio Sanitario di via Sergnano. L’intervento, realizzato da Amsa, rientra nell’appalto per la gestione del servizio d’igiene urbana
 
Mattoni rossi ricoperti di scritte, tag e pastrocchi. Così si presentava all’utenza la facciata del Centro Socio Sanitario di via Sergnano. Questo fino a ieri, quando si sono messi al lavoro i tecnici di Amsa specializzati nella cancellazione dei graffiti da qualunque tipo di superficie. Il servizio rientra tra le attività previste dall’appalto per la gestione dell’igiene urbana cittadina.
 
L’intervento, attualmente in corso d’opera, consiste nella pulizia di 250 m2 della facciata dalla quale saranno rimossi graffiti e sporco atmosferico mediante operazioni di lavaggio con idropulitrice e acqua calda. Terminata la rimozione dello sporco – operazione che interesserà tutte le pareti esterne dell’edificio richiedendo circa una settimana di lavoro – sarà applicato il prodotto antigraffiti per rendere più semplici e rapide le successive operazioni di pulizia qualora i vandali dovessero tornare a deturpare il decoro del polo dedicato a Carlo Urbani, primo medico a identificare e classificare la Sars (Sindrome respiratoria acuta grave).


 
«L’intervento – spiega l’Assessore alle politiche ambientali Andrea Battocchio – è volto a ripristinare il decoro di uno degli edifici pubblici della città preso di mira dai vandali. Come Amministrazione abbiamo ben evidenziato la differenza tra creatività e inciviltà. Ne è dimostrazione l’originale “street gallery” di via Greppi, decorata dalle opere di alcuni dei più importanti artisti di strada italiani. Mentre queste meritano di essere valorizzate, riteniamo che non ci debba essere spazio per chi non ha rispetto per i beni comuni e, più in generale, per quelli altrui».
 
In allegato, la facciata del CSS prima dell’intervento e i tecnici di Amsa al lavoro

 
San Donato Milanese, 9 agosto 2016

Log in to comment