Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

il Sindaco Andrea Checchi dichiara quanto segue:
 
«Trovare le parole giuste di fronte agli atti criminosi che ultimamente stanno interessando alcuni quartieri della nostra città è particolarmente difficile. È, tuttavia, da sgomberare il campo da ogni fraintendimento. Deve essere chiaro a tutti che la situazione non è affatto fuori controllo. Tale concetto è stato chiaramente illustrato – con tanto di dati a sostegno – negli incontri pubblici che di recente abbiamo organizzato in collaborazione con le forze dell’ordine: 4 appuntamenti tematici in altrettanti luoghi (rivolti prevalentemente alle persone anziane, tra i principali “bersagli” di raggiri e rapine) e una serata a Poasco a cui hanno preso parte moltissimi abitanti del quartiere che hanno potuto confrontarsi con i rappresentanti dei Carabinieri, della Polizia Stradale e della Polizia Locale. Dettaglio da non trascurare, di fronte alla recrudescenza degli atti criminosi, è che quanto registrato in queste ultime settimane ha riguardato esclusivamente cose e non persone, circostanza che in termini di sicurezza determina una differenza ben marcata. Gli atti vandalici e contro la proprietà, per quanti nocivi e fastidiosi, sono tutt’altra cosa rispetto alle violenze. Ciò non significa, però, che su questo fronte da parte dall’Amministrazione non vi sia il massimo impegno per contrastarli. Io, l'Assessore alla sicurezza, Serenella Natella, il Comandante della PL e quello dei Carabinieri siamo costantemente al lavoro per individuare insieme – ognuno in base alle proprie competenze e ai mezzi a disposizione – metodologie e strategie più efficaci per affrontare il problema. Nell’ambito di questi confronti “a porte chiuse”, di recente, le forze dell’ordine si sono impegnate a garantire un maggior controllo del territorio del nostro Comune, con azioni mirate e più frequenti.
La materia “sicurezza”, come potete bene intuire, non è facile da trattare. Da parte nostra non possiamo che ribadire che siamo in prima linea, per nulla intenzionati a tirarci indietro. Insieme a tutti gli attori in campo implementeremo le azioni di contrasto della criminalità: con posti di blocco stradali, con una pianificazione calibrata degli itinerari delle pattuglie della PL, con azioni investigative per cogliere in fragranza di reato quanti agiscono prevalentemente nel tardo pomeriggio e nella notte e in maniera molto scaltra e veloce.
Il nostro impegno sarà ad ampio spettro e coinvolgerà anche l’uso della tecnologia. È nostra intenzione, infatti, rimettere in ordine e rafforzare il sistema cittadino di videosorveglianza che attualmente conta 70 telecamere. A conclusione dell’intervento di riqualificazione e aggiornamento, avremo un’arma in più dal doppio potenziale, sia in termini di azione deterrente che in termini di capacità di individuare e perseguire i criminali.
L’unica certezza è che i malviventi non l’avranno vinta. Per realizzare questo risultato e uscire vincitori da questa sfida abbiamo necessità dell’aiuto di tutti. Aiuto che può semplicemente consistere, ad esempio, nel segnalare alle forze dell’ordine quanto di “insolito” vi accada intorno o rafforzando la “vigilanza attiva” realizzabile da ciascuno di noi. Tali inviti li rivolgeremo a quanti parteciperanno all’incontro pubblico che organizzeremo nelle prossime settimane in sala consiliare per fare il punto della situazione e confrontarci su idee ed esperienze».
Log in to comment

Redazione RecSando

Da Aprile 2014 – La rete Civica - Recsando è  il giornale online dei cittadini del Sud Milano con iscrizione  presso il Trib. di Milano n.146 del 16/04/14.
La redazione di Recsando lavora per garantire il coordinamento delle informazioni, promuove  ricerche  e  approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi