Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Indice articoli

RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE ENERGETICHE E IDRICHE
A San Donato la maggior parte degli edifici pubblici è stata realizzata prima del 1991, anno in cui l'attenzione al risparmio e all’uso razionale dell’energia, privilegiando le fonti rinnovabili, è stata sancita dalla legge n. 10. Tutti gli edifici del Comune si trovano quindi in classe energetica G.
Pensare ad un piano di lungo termine che migliori la classe energetica degli edifici, non ha solo un valore simbolico e di buon esempio verso la cittadinanza, ma può tradursi subito, man mano che gli interventi vengono realizzati, in un risparmio di energia termica.
Il metodo più efficiente per ottenere un risparmio duraturo è il contenimento delle dispersioni termiche mediante la realizzazione di involucri isolanti a cappotto, partendo innanzitutto dalle strutture scolastiche di proprietà comunale.
In merito agli impianti, un parziale rifacimento di quelli più datati è stato eseguito negli anni passati, i restanti verranno ulteriormente adeguati a partire dal 2016, quando verrà bandita una nuova gara per la gestione della fornitura di calore per gli edifici comunali.
Nel palazzo municipale si provvederà invece a modificare il sistema di emissione (dai vecchi fan coil ai più efficaci pannelli radianti) in occasione dei lavori per il rifacimento dei locali della Polizia Locale e dell’anagrafe, che diventerà il nuovo Punto Comune.
Parallelamente agli interventi per la razionalizzazione dell’uso dell’energia termica, è fondamentale procedere con l’installazione di pannelli fotovoltaici su tutte le coperture degli edifici pubblici. Infatti, nonostante l’esaurimento dei fondi destinati ai “Conti Energia”, grazie alla notevole riduzione dei costi, il fotovoltaico rappresenta tuttora un conveniente investimento in conto capitale che permette un risparmio significativo sulle spese correnti. L'impianto che verrà realizzato l’anno prossimo sul tetto del palazzo municipale, se dedicato al solo autoconsumo,  farà risparmiare il 20% sulla fornitura annuale di energia elettrica.
 
L’attenzione al risparmio delle risorse in una città pienamente sostenibile, si completa con la valorizzazione dell’acqua pubblica, buona, controllata e fornita gratuitamente a tutti i cittadini.
Sul tema generale dell’acqua si innesta un problema quasi sempre trascurato ma con conseguenze importanti sull’ambiente, cioè la gestione degli scarichi e delle acque reflue. Attualmente a San Donato abbiamo ancora dei tratti fognari non intubati e non diretti al depuratore, ma scorrenti direttamente in roggia. Questa mancanza, comune a tante altre città d’Italia, ha portato l’Europa ad aprire una procedura di infrazione. Grazie agli investimenti eseguiti da CAP, società partecipata dal Comune di San Donato che gestisce il ciclo integrato delle acque, abbiamo programmato di realizzare tutti gli interventi necessari entro la fine del 2015, in modo che il nostro Comune possa essere escluso dalle sanzioni conseguenti alla procedura di infrazione.
Questi interventi permetteranno inoltre ai molti condomìni che ancora oggi utilizzano la fossa biologica di collegarsi alla rete fognaria risparmiando sulla manutenzione periodica della fossa.
 
 
 
 
Log in to comment

Redazione RecSando

Da Aprile 2014 – La rete Civica - Recsando è  il giornale online dei cittadini del Sud Milano con iscrizione  presso il Trib. di Milano n.146 del 16/04/14.
La redazione di Recsando lavora per garantire il coordinamento delle informazioni, promuove  ricerche  e  approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi