Da lunedì saranno recapitati a domicilio i modelli per il pagamento della TAssa RIfiuti 2014 Il termine per saldare le prime due rate è domenica 30 novembre
 
14.800 “bollettini” per un totale di oltre 6 milioni di euro tra TARI 2014 (4 milioni e 400mila euro) e conguagli della TARES 2013 (1 milione e 600mila euro). Sono in partenza da lunedì i modelli per il pagamento della TAssa RIfiuti, la cui prima rata a termini di regolamento scadeva a fine ottobre. Il processo d’integrazione del sistema informatico (e la relativa conversione e aggiornamento della banca dati), avviato in concomitanza con l’istituzione dell’Imposta Unica Comunale,e la contestuale attività di assistenza fornita dagli addetti dell’Ufficio Tributi ai contribuentiover 65 per il calcolo della TASI hanno comportato uno slittamento delle procedure di calcolo delle quote a carico dei singoli contribuenti e dell’invio agli stessi dei conteggi. Per questo l’Amministrazione ha posticipato il limite di pagamento della prima rata al 30 novembre. Chi non dovesse ricevere in tempi utili la documentazione inviata dall’Ente potrà comunque pagare l’intero tributo – senza incorrere in alcun tipo di sanzione – entro il termine dell’ultima rata che è fissato in sabato 20 dicembre.  
Come detto in premessa, oltre ai modelli F24 della TARI saranno inviati anche i conteggi relativi ai  conguagli TARES relativi al 2013, determinati sulla base di variazioni successive all’emissione del primo avviso di pagamento, come ad esempio modifiche della composizione del nucleo familiare. Tali conguagli possono essere a debito o a credito. Qualora fossero a debito per il contribuente, questi riceverà l’F24 per pagare quanto dovuto. Nel caso, opposto, le cifre versate in eccesso sono già state detratte da quanto dovuto per la TARI 2014.
Log in to comment