Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

RISCHIO MOSCHEA A SAN DONATO, LUSETTI, FORZA ITALIA:  PRIMO REGALO DI PISAPIA ALLA METROPOLI E’ LA MOSCHEA. SE IL BUON GIORNO SI VEDE DAL MATTINO STIAMO FRESCHI

“Questa città metropolitana non poteva iniziare in maniera peggiore”. Così esordisce Manolo Lusetti, consigliere comunale e coordinatore di Forza Italia a San Donato Milanese; e prosegue: “Prendiamo atto con rammarico e preoccupazione che il Sindaco Pisapia intende iniziare il suo mandato da responsabile metropolitano imponendo ad altri comuni scelte scomode per Milano. Se Pisapia credesse nel progetto moschea non proporrebbe un’area periferica, che è all’atto pratico parte integrante di San Donato, quasi per nascondere la sorpresa. La cosa ancor più grave -prosegue Lusetti- è che tutto ciò avvenga senza il minimo confronto con l’Amministrazione sandonatese che si troverà di fatto a dover gestire questo problema di sicurezza locale. Questo dimostra come Forza Italia avesse ragione fin da subito rilevando nell’attuale Legge Delrio un pericolo democratico ed amministrativo per tutte le comunità locali delle province italiane: ci hanno tramutati in sudditi dei capoluoghi.

 L’arroganza che l’Amministrazione Pisapia dimostra in questa circostanza ci impone massima attenzione nella stesura dello Statuto Metropolitano, per costruire una Città Metropolitana democratica, nella quale il Sindaco sia eletto e non imposto per legge; solo così potrà essere una figura che lavori per garantire gli interessi di tutti i Cittadini e non solo di una parte. Prepareremo immediatamente una petizione popolare e se necessario -conclude-  andremo tutti a protestare davanti a Palazzo Marino”.

 
Log in to comment

Inviato: 14/10/2014 09:44 da Roberto Gambetti #2512
Avatar di Roberto Gambetti
Luigi, in via preliminare Vi invito a collegarVi ai siti www.milanocittàmetropolitana.org e www.pim.mi.it , potete trovare i dossier realizzati dal Centro Studi PIM ,
in sinetsi i dossier fanno riferimento :
00 (OR) Quadro di riferimento
01 (ES) Promozione e coordinamento dello sviluppo economico sociale
02 (PT) Pianificazione territoriale
03 (SP) Sistemi coordinati di gestione servizi pubblici
04 (TP) Programmazione delle reti infrastrutturali e servizio trasporto pubblico
05 (RV) Programmazione delle reti di viabilità
06 (TA) Tutela e valorizzazione ambientale

Definerei questa fase costituente , tieni presente che se non erro Vi sono 134 Comuni coinvolti
Appena mi è possibile ritornerò su questo argomento.
Saluti
Inviato: 13/10/2014 17:08 da Renato Tramutoli #2511
Avatar di Renato Tramutoli
C'è chi si allarma strumentalmente per una presunta Moschea nel proprio giardino e rimane indifferente alla ennesima sottrazione di democrazia diretta in atto in questo Paese .. siamo di nuovo in campagna elettorale con tanto di propaganda con simboli di partito , ...? Speriamo di si, ci facciano votare subito visto che rischiamo di non poterlo fare mai più !?
Inviato: 12/10/2014 22:22 da Luigi Verdicchio #2505
Avatar di Luigi Verdicchio
Giorgio Soave ha scritto
Stando a quello che leggo i sindaci continueranno ad essere eletti; le informazioni date finora sono frettolose e incomplete, nel grande marasma provocato dalle riforme di Renzi. Anzi credo che la maggior parte dei cittadini sia rimasta estranea alla questione e come al solito verranno interpellati solo al momento del rinnovo dei sindaci. Non capisco allora la frase di Lusetti:

Lusetti, credo intenda dire che a capo della la Città Metropolitana è, per legge, il sindaco Di Milano. Ciò ne deriva che esso è votato dai milanesi e non dagli altri cittadini delle città.
E' indubbio che ciò stride con il concetto di democrazia.
Da rilevare che nello scorso Consiglio comunale il Consigliere di Forza Italia Lusetti ha presentato un Ordine Del Giorno votato anche dal PD, nel quale si stigmatizza la chiara violazione dei principi di democrazia.
Non conosco il dettaglio dei compiti della nuova istituzione (trasporti, ambiente, ecc.). Nel discorso d'insediamento del consiglio eletto recentemente, Pisapia dice: "i problemi di Milano e dei comuni vicini sono gli stessi e che è più facile risolverli su una scala più grande".
Il Consiglio come primo atto dovrà darsi lo Statuto, dal quale penso si capirà qualcosa in più.
Inviato: 12/10/2014 07:13 da Giorgio Soave #2504
Avatar di Giorgio Soave
" per costruire una Città Metropolitana democratica, nella quale il Sindaco sia eletto e non imposto per legge; "

A parte che mi è piaciuto poco lo spunto della moschea, perchè FI non ha mai manifestato tendenze xenofobe, quella frase mi ha fatto pensare.
La provincia di Milano è diventata una città metropolitana, divisa in 12 municipalità; la numero 12, Milano-Monluè-Rogoredo, comprende l'area di Lambrate, Monlué, Porta Romana, Rogoredo e si estende includendo SanDonato, San Giuliano, Melegnano, Peschiera, Paullo, Segrate,Pioltello, Melzo, immagino in base a criteri di affinità territoriale, amministrativa e culturale.
www.milanocittametropolitana.org/wp-cont...a-metropolitana-.jpg
www.milanocittametropolitana.org/sintesi-della-legge-2/
Se questo sarà un vantaggio per noi sarà da vedere, anche se il problema dell'abolizione delle province a me pare dettato più da movimentismo che da reali esigenze, che restano ben altre. Non credo che i cittadini della città metropolitana di Milano ne avranno dei benefici economici (anzi, prevedo per qualche anno una complicazione delle procedure burocratiche).
Comunque lo spunto di Lusetti sulle nuove moschee riguarda in realtà l'elezione dei sindaci degli ex comuni, che dovrebbero diventare governatori delle loro aree e insieme membri di un consiglio provinciale. Stando a quello che leggo i sindaci continueranno ad essere eletti; le informazioni date finora sono frettolose e incomplete, nel grande marasma provocato dalle riforme di Renzi. Anzi credo che la maggior parte dei cittadini sia rimasta estranea alla questione e come al solito verranno interpellati solo al momento del rinnovo dei sindaci. Non capisco allora la frase di Lusetti:
"una Città Metropolitana democratica, nella quale il Sindaco sia eletto e non imposto per legge"
Avremo acora un sindaco ? Potremo eleggerlo ? Qualcuno può chiarirmi le idee ?

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi