Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Il podio dei sindaci meno dispendiosi: Franco Lucente (Tribiano), Claudio Veneziano (Pantigliate) e Adriano Aleesandrini (Segrate)

Secondo la Cga di Mestre con l’introduzione della Tasi, nel 2014 ritorneremo a pagare quanto versato nel 2012: attorno ai 44 miliardi. Ormai gli italiani hanno preso  dimestichezza con gli acronimi delle imposte, ma basta abitare dall’altro lato della strada per pagare il doppio del tuo vicino.
Questo è lo spaccato che emerge da una analisi delle aliquote della TASI applicate dai comuni del Sud Est Milano. La nuova imposta, che per il 30% sarà di competenza degli inquilini, è la “tassa per i servizi indivisibili”, cioè quelle attività comunali quali l’illuminazione pubblica, la sicurezza, l’anagrafe e la manutenzione delle strade che vanno a vantaggio di tutta la cittadinanza. Alcuni comuni come Pantigliate con le entrate previste copriranno tutte le spese in capitolo, altri come il comune di Melegnano in parte (circa il 60%). Il legislatore ha dato anche facoltà ai comuni di introdurre eventuali detrazioni, legate al valore catastale, ai figli residenti con meno di 26 anni, agli invalidi e sul reddito.
È il caso esempio di San Donato Milanese dove l’Amministrazione Checchi pur fissando al 2,5% l’aliquota, ha introdotto tutte le detrazioni possibili.
A Peschiera Borromeo e Melegnano  invece  anche chi prende la pensione sociale sarà soggetto al pagamento dell’imposta, non importa se inquilino o proprietario. Una curiosità i due comuni hanno in comune lo stesso Segretario  Direttore generale.
Ottima la perfomance di Pantigliate dove la TASI vale il 1,3 per mille, i vicini di Mediglia, maglia nera di questa speciale classifica,  pagano il  3,1 per mille senza nessuna detrazione.
Bene Milano che ha inserito la detrazione per il figlio a carico e le detrazioni catastali per l’abitazione principale.
Benissimo Segrate che fissa l’aliquota al 1,9 per mille ma introduce una serie di detrazioni sul valore catastale.
Sul podio più alto di questa classifica, che non si divide certo per appartenenza politica ad uno o all’altro schieramento, con l’aliquota più bassa, il Comune di Tribiano dove il riconfermato Sindaco Franco Lucente ha sbaragliato i comuni vicini fissando l’imposta per tutti  all’ 1 per mille.
Non pervenuta San Giuliano Milanese, dove il comune non ha ancora deliberato le tariffe.
Giulio Carnevale
Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi