Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Gli uomini erano tutti coinvolti in un traffico di stupefacenti, che aveva la base operativa tra San Giuliano e Opera. Sequestrati anche oltre 50kg di eroina

Arresto

Arresto Nell'operazione sequestrati oltre 50kg di eroina

Era il pomeriggio di giovedì 12 giugno scorso, quando un’Audi A6 con a bordo tre marocchini, per sottrarsi a un posto di controllo dei carabinieri all’altezza di via Ripamonti a Milano, era fuggita a tutta velocità verso la Tangenziale est.
Giunto all’altezza di San Donato, ad una velocità che sfiorava i 200km/h, il conducente aveva perso il controllo dell’auto, speronando la jeep condotta dall’architetto 48enne P.A., uccidendolo sul colpo.
I tre occupanti dell’Audi erano poi riusciti a fuggire a piedi, salvo essere rintracciati solo pochi giorni dopo, grazie alle tracce di dna ritrovate nell’auto abbandonata dopo lo schianto. Da allora le indagini di carabinieri non hanno avuto un giorno di tregua, sino allo smantellamento dell’imponente traffico di stupefacenti in cui i tre fuggitivi erano coinvolti.
Nei giorni scorsi, infatti, gli investigatori hanno arrestato altri tre nordafricani e sequestrato un imponente carico di oltre 50kg di eroina, proveniente dall’Afghanistan attraverso il Marocco e del valore di oltre un milione di euro. Di questi, circa 36kg erano già stati suddivisi in 73 panetti, mentre i restanti erano conservati in sacchetti di cellophane.
Gli inquirenti sono riusciti anche a individuare quella che può essere considerata la base operativa dei narcotrafficanti, sita nell’area boschiva a ridosso della Tangenziale Ovest tra le uscite di Opera e San Giuliano. Si ritiene che qui gli spacciatori lavorassero e preparassero la sostanza illegale prima di smistarla.
In loco gli uomini dell’Arma hanno infatti rinvenuto bilancini di precisione, sostanze da taglio e persino un generatore di energia.
Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi