Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Indice articoli

IMG 2260

Come ogni anno, a San Donato Milanese, tantissimi giovani si iscrivono ai corsi della Scuola di Rock che si tengono in via Ferruccio Parri e, come di consuetudine, a fine corso si esibiscono dal vivo sul palco dell’Estate Sandonatese.

Quest’anno è andata bene, il tempo era bellissimo, una calda giornata d’estate ha consentito di svolgere il saggio senza la pioggia che negli anni scorsi li ha costretti a cercare una location più al riparo, diversa dalla Piazza della Pieve.

 

 

IMG 1750Il saggio è iniziato alle ore 16.00, gli artisti emergenti, con tantissimo entusiasmo e passione, grande interpretazione e un abbigliamento da rocker adeguato alla circostanza, si sono susseguiti sul palco , cambiando continuamente le formazioni, in modo che le cover dei grandi artisti, reinterpretate a dovere, li vedevano continuamente impegnati sia nelle esibizioni, sia nel cambio dei costumi di scena.

Ed è proprio questo che ci ha colpito, al di là delle indubbie abilità dei singoli artisti e cioè questa capacità di combinarsi in una miriade di formazioni sempre diverse, interpretando brani anche appartenenti a diversi stili musicali, con la stessa grinta e soprattutto con la stessa gioia di esibirsi.

E’ da questi giovani che il rock italiano dovrebbe ripartire, e ritornare nel mondo delle scuole di rock, delle sale prove, lontano da quegli ambienti patinati e sostanzialmente costruiti a tavolino (i cosiddetti “Talent show” per intenderci) che con il rock “dell’anima” hanno ben poco a che fare.

L’elenco degli artisti che si sono esibiti sul palco dell’Estate Sandonatese è lunghissimo e soprattutto sono innumerevoli le formazioni che si sono avvicendate per un grande concertone , chiuso con tre memorabili esibizioni dei maestri della scuola, gioiosi e appassionati esattamente come i loro allievi.

Non troverete in questa recensione riferimenti ai singoli artisti,  (che comunque troverete nella sezione "Artisti e Canzoni") perchè non solo sarebbe materialmente impossibile inserire in un breve resoconto come questo tutte le formazioni e i brani eseguiti , ma soprattutto perché secondo noi quello che davvero ha contato nel saggio di domenica è la coralità delle esibizioni, lo “spirito di gruppo”, la consapevolezza di un’appartenenza ad un gruppo di persone impegnate singolarmente e collettivamente in una grande operazione culturale e ludica allo stesso tempo.

E non è poco, in tempi di sfrenato individualismo e culto della personalità (come ricorda il titolo del brano dei Living Colour eseguito con grande passione dai maestri della scuola di rock)

E vi invitiamo a guardare anche con attenzione le immagini della sezione "Gallery" (per la cronaca, abbiamo scattato più di 900 foto e vi assicuriamo che è stato difficilissimo decidere quali pubblicare e quali scartare) per rendervi conto della gioiosità e nel contempo della serietà di questi giovani artisti e dei loro insegnanti. Tutte le 412 foto scelte sono state pubblicate nel nostro spazio su Flickr e sono visualizzabili qui nella sezione "Slideshow".

 

Era veramente stupefacente la velocità di avvicendamento sul palco e di trasformazione e, allo stesso tempo, la concentrazione e la professionalità che hanno caratterizzato fin dal pomeriggio tutte le esibizioni, in un tour de force veramente spettacolare.

 

Bello, bello e ancora bello: che dire di più ? Grazie a tutti per l’ appassionante giornata: grazie ai ragazzi e agli insegnanti, grazie ai tecnici del suono, agli organizzatori, al Comune ma soprattutto grazie alla musica!

 


 Elenco dei brani e degli artisti

Il tutto ha inizio con Il Gatto e la Volpe, di Edoardo Bennato. Per questa performance sono impegnati sul palco:
Voce: Aisha Ribaudo e Nicole Guevara
Chitarra: Massimo Mattiello, Belloni Leonardo, Sofia Haardt, Perello Valeria, Pozzoli Dennis, Cavalieri Andrea, Guevara Jade Oliver, Susanna Lorenzo, Gabriele Boni, Perini Lea, Picchioni Pietro, Picchioni Giovanni, Luigi Boni, Lapi Riccardo, Paolo Alberto Valsecchi.

A seguire il pezzo The Blues Conncetion di Joep Wanders
Chitarra: lapi Riccardo

Arriva poi il brano El Farol – di Carlos Santana, suonato alla chitarra da Daniele Lazzaro e alla batteria Ezio Maselli Junior.

Senza interruzione si prosegue con Mika,Chiara – Stardust interpretata da Aisha Ribaudo , Nicole Guevara, Fanny Fortunaty alle voci.
Il caldo si faceva sentire, gli spettatori a turno, sotto il grande tendone si rifocillavano al bar della piazza, li sotto il tendone dove i giorni scorsi a causa dei temporali estivi si sono esibiti numerosi artisti dell’estate sandonatese, tra i quali, in modo del tutto improvvisato e acustico, il grande Eugenio Finardi, nella sera del 13 Giugno.

Il rock continua, sale sul palco, alla voce Nicole Guevara che interpreta la canzone Love Story di Taylor Swift.

Arriva il momento di Malerba Simone, alla chitarra che suona la canzone Studio Fingerstyle di Giovanni Unterberger, e subito dopo viene suonata la canzone di Bill Whiters, dal titolo Ain’t No Sunshine interpreatata alla voce da Gabriele Marletta, accompagnato alla chitarra da Massimo Mattiello, al basso Ilario Calì e Gabriele Hanna alla batteria.

Segue la canzone di Cristina Perri, dal titolo A Thousand Years, interpretata alla voce da Alice Massi Mauri

Un pomeriggio a suono di rock, inusuale per una San Donato nella sua abituale normalità, continua con Federico Malacart, che alla chitarra esegue il Medley:Oscar Blues / Sound Like Lighting di J.Ganapes

Si prosegue con il brano Get Lucky dei Daft Punk che vede esibirsi la seguente formazione: alla voce Gabriele Marletta accompagnato da Massimo Mattiello alla chitarra, Emanuele Esposti alle tastiere, Ilario Calì al basso e Alberto Balboni alla batteria.

Giunge il turno di Sofia de Caro, sale sul paco dell’estate sandonatese, per interpretale la cover di Natalia Imbruglia dal titolo Torn

Il momento vocale continua con Giulia Gatti che interpreta la canzone di Adele dal titolo Set The Fire Rain

Si prosegue con il soul di Otis Redding, con il pezzo Dock Of The Bay, che vede alla voce Gabriele Marletta , Fanny Fortunati e Carol Sichel, accompagnati da Massimo Mattiello alla chitarra, Ilario Calì al basso e Marco Champier alla batteria.

Arriva quindi Valerio Boemia che interpreta un pezzo dei Green Day, dal titolo Boulevard Of Broken Dreams.

Il pomeriggio musicale si conclude con la cover dei Police, Every Breath You Take, suonata da Alberto Stecconi alla chitarra, Emanuele Esposti alle Tastiere, Ilario Calì al basso, Eugenio Bianchini alla batteria e alla voce Fanny Fortunati

Lo spettacolo riprende alle 21:00 circa, con Pretty fly for a white guy degli Offsprings – Voce: Elena Imbò, Chitarra: Gloria Fittante, Basso: Silvia Spazzini, Batteria: Mauro Fasolato.

Si prosegue poi con Whiskey in a jar dei Metallica- Voce: Federico Carnevali, Chitarra: Matteo Portugalli, Chitarra: Andrea Mosca, Basso: Giuseppe De Santis, Batteria: Federico Violante.

Segue Supermassive Black Hole dei Muse – Voce: Silvia Taronna, Chitarra: Matteo Zannier, Basso: Stefania Amato, Tastiere: Gabriele Civitarese, Batteria: Luca Massi Mauri.

A seguire, un brano dei Genesis – Turn it on again – Voce: Lucia Cavazzin, Chitarra: Matteo Portugalli, Basso: Costantino Chessa, Tastiera: Giancarlo Maggiolo, Batteria: Gaia Zanini.

Poi, Heart of Glass – dei Blondie- Voce: Federica Formichetti, Basso: Federica Bettiga, Tastiera: Del Roscito Cymours Luis, Batteria: Marco Piazza.

Segue: I’m the only one di Melissa Etheridge – Voce: Claudia Magistro, Chitarra: Antonio Bianca, Basso: Paolo Bensaia, Batteria: Gabriele Strino.

Di seguito: White wedding di Billy Idol – Voce: Andrea Delledonne, Chitarra: Gianfranco Forenza, Carlo Gioni, Chitarra: Marco Annone, Basso: Federica Bettiga, Tastiera: Del Rosario, Batteria: Aisha Ribaudo.

Drops of Jupiter dei Train – Voce: Chiara Zannier, Chitarra: Rocco Siano, Chitarra: Federico Malacart, Basso; Claudio Moretti, Tastiera: Gabriele Civitarese (pno), Giuseppe Mascolo (vln), Batteria: Elia Manfrin.

The bitch is back di Elton John – Voce: Gaetano Nicosia, Carola Levi, Fanny Fortunati, Chitarra: Rocco Siano, Basso: Claudio Moretti, Tastiera: Gianfranco Forenza, Sax: Leonardo Gamberetto, Batteria: Martino Carminati.

Segue un Medley di James Last – Chitarra: Matteo Portugalli, Basso: Alessandro De Santis, Batteria: Roberto Truglio, Sax: Marco Calori, Leonardo Gamberetto, Sergio Ponticelli, Andrea Romanoni.

Poi Money dei Pink Floyd – Voce: Alberto Maccagno, Chitarra: Rocco Siano, Basso: Giuseppe De Santis, Tastiera: Giancarlo Maggiolo, Batteria: Gayardo (Roberto Gagliardi).

Mad World di Elisa – Voce: Chiara Ribani, Chiara Volpicelli, Carol Sichel, Fanny Fortunati, Chitarra: Pino Bifano, Basso: Silvia Spazzini, Tastiera: Giuseppe Mascolo. Segue Cochise degli Audioslave – Voce: Daniele Ravizza, Chitarra: Alberto Stecconi, Basso: Francesca Zanini, Batteria: Alessandro Simonetti.

Call me when you’re sober degli Evanescence - -Voce: Carola Levi, Fanny Fortunati – Chitarra: Sabrina Landi, Basso: Francesca Zanini, Tastiera: Giuseppe Mascolo, Batteria: Roberto Gagliardi.

Barracuda degli Heart- Voce: Sara Spazzini, Chitarra: Edoardo Zucca, Basso:Alessandro Del Duca, Batteria: Alessandro Simonetti.

The Pretender – dei Foo Fighters – Voce: Gianfranco Forenza, Daniele Ravizza, Chitarra: Christian Fusco, Antonio Bianca, Basso: Alessandro del Duca, Batteria: Roberto Gagliardi.

You can’t stop me dei Guano Apes – Voce: Carola Levi, Carol Sichel, Fanny Fortunati, Chitarra: Alberto Stecconi, Basso; Alessandro Del Duca; Batteria: Alessandro Simonetti.

Worksong di Nat Adderley – Chitarra: Rocco Siano, Matteo Portugalli, Basso: Francesca Zanini, Tastiera: Gianfranco Maggiolo, Batteria: Roberto Truglio, Sax: Marco Calori, Leonardo Gamberetto, Sergio Ponticelli, Andrea Romanoni.

Uninvited – di Alanis Morissette – Voce: Chiara Volpicelli, Fanny Fortunati, Chitarra: Pino Bifano, Basso: Alessandro De Leo, Tastiera: Giuseppe Mascolo, Gianfranco Forenza, Batteria: Michael Sichel.

Bad Day dei REM- Voce: Alberto Maccagno, Chitarra: Matteo Portugalli, Chitarra: Maddalena Pavarini, Basso: Alessandro del Duca, Tastiera: Gabriele Civitarese, Batteria: Marco Piazza.

Manhattan di Eric Johnson – Chitarra: Andrea Mosca, Basso: Francesca Zanini, Tastiera: Gabriele Civitarese, Batteria: Gaia Zanini. U+Ur Hand di Pink Voce: Carola Levi, Carol Sichel, Fanny Fortunati, Chitarra: Christian Fusco, Chitarra: Fabio Salvadori, Basso: Claudio Moretti, Tastiera: Gianfranco Forenza, Batteria: Matteo Fantinelli.

Hells Bells – AC/DC – Voce: Stefano Drei, Chitarra: Alberto Stecconi, Antonio Bianca, Fabio Casali, Basso: Alessandro De Leo Batteria: Ilaria Contini.

Find the real – degli Alter Bridge – Voce: Alerto Sampellegrini, Federico Carnevali, Chitarra: Alberto Marzani, Basso: Giuseppe De Santis, Batteria: Michael Sichel.

Brani dei Maestri:

Cult of Personality dei Living Colour – Voce e Tastiere: Emanuele Esposti, Chitarra: Pino Bifano, Basso: Ilario Cali, Batteria: Gianluca Scollo.

Drag him to the roof dei Toto – Voce: Stefania Amato, Fanny Fortunati, Emanuele Esposti, Chitarra: Pino Bifano, Tastiere: Emanuele Esposti, Basso: Ilario Cali, Batteria: Ares Cabrini.

Record Company Blues di Gloria Lyn – Voce: Ambra Biasia, Pianoforte: Rocco Siano.

 


 

 

per tutte le 412 foto del Saggio Scuola di Rock, vai alla sezione Slideshow

 


 


Created with Admarket's flickrSLiDR.

A cura dei servizi giornalistici di RadioCodaRitorta

 

Log in to comment

Redazione RecSando

Dall’11 Ottobre 2019 – L’associazione N>O>I Network >Organizzazione >Innovazione è il nuovo editore del giornale online iscritto presso il Tribunale di Milano n. 146 del 16.04.2014
Tutti i dipartimenti di N>O>I hanno una loro Redazione indipendente al fine di garantire in base alle loro specifiche competenze il coordinamento delle informazioni, la promozione di ricerche e approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Dipartimento REDAZIONE RECSANDO
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi