Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

L'assessore Amianti lascia l'incarico

CS SDMLa titolare dell’Istruzione ha presentato le dimissioni per motivi familiari. Il Sindaco: «Un grazie a Cristina per la pacatezza e la determinazione con cui ha svolto il ruolo»

Nelle scorse ore Cristina Amianti ha rassegnato le proprie dimissioni dal ruolo di Assessore. Titolare dall’inizio del mandato delle deleghe all’Istruzione, Servizi Educativi, Salute e Ben-essere, Tempi e Orari, Pari Opportunità e Protezione Civile, l’Amianti ha motivato la propria decisione con «ragioni di carattere personale e familiare».

Il Sindaco Andrea Checchi, nel ricevere le dimissioni, ha voluto rivolgere un ringraziamento personale all’ex Assessore: «Avendo avuto modo di confrontarmi con Cristina, comprendo le motivazioni che l’hanno spinta a fare un passo indietro per dedicarsi alla vita familiare e professionale. Nel ringraziarla per il lavoro svolto in questi due anni, voglio sottolineare sia la pacatezza che la determinazione con cui ha interpretato il ruolo, contribuendo a raggiungere diversi obiettivi condivisi».

Leggi tutto...

Log in to comment

Cambio in giunta: De Carolis subentra a Bigagnoli

CS SDMIl Sindaco ha revocato e riassegnato le deleghe relative a Bilancio, Tributi e Partecipate: «Ringraziamo Angelo per il proficuo lavoro svolto in questi anni»

Nelle scorse ore, il Sindaco Andrea Checchi ha revocato le deleghe relative a Bilancio, Tributi e Partecipate all'Assessore Angelo Bigagnoli, riassegnandole a Emanuele Rosario de Carolis, già Consigliere Comunale del Partito Democratico.

Nel firmare l’atto di revoca, il Sindaco ha precisato che: «il provvedimento non implica alcun genere di valutazione sulle qualità personali o professionali dell’Assessore Bigagnoli, ben note e confermate, quanto piuttosto è finalizzato a un rilancio dell’azione amministrativa basato anche sul presupposto, concordato in seno alla Maggioranza, di un avvicendamento dei componenti della compagine di governo». Il Sindaco ha, altresì, voluto ribadire la propria stima e riconoscenza nei confronti di Bigagnoli: «Ringraziamo Angelo per il proficuo lavoro svolto in questi anni di Amministrazione insieme. Nell’interpretare il suo ruolo con grande spirito di servizio, ha sempre dimostrato il massimo rigore nella gestione dei conti economici e grande attenzione verso le fasce più deboli».

 

Leggi tutto...

Log in to comment

Le nuove tariffe premiano l'intermodalità e l'abitudine

CS SDMDal 15 luglio entra in vigore il nuovo Sistema tariffario integrato del bacino di mobilità: biglietti validi sia su gomma che su rotaia e sconti per chi si abbona

Rivoluzione in vista per il trasporto pubblico di Milano e dell’hinterland. Scatterà il 15 luglio, giorno in cui entrerà in vigore il nuovo Sistema tariffario integrato del bacino di mobilità. Le principali linee guida del nuovo assetto sono tre: le tariffe saranno calcolate in base al numero di zone all’interno delle quali si viaggia, i biglietti saranno validi su tutta la rete sia su gomma che su rotaia e saranno previsti sconti per chi sceglie di abbonarsi.

 

La buona notizia è che San Donato è stata inserita tra i 21 Comuni rientranti nella zona Mi3. Questo comporta che ci si potrà spostare sul territorio Comunale e su quello di Milano usando il biglietto ordinario da 2 euro, con la possibilità di utilizzare, nell’arco di 90 minuti dalla prima convalida, le linee della metropolitana e di superficie di ATM, quelle di Autoguidovie e le tratte della rete ferroviaria gestita da Trenord. A vantaggio, dunque, di chi si muove, nei suoi spostamenti quotidiani, utilizzando più mezzi.

Leggi tutto...

Log in to comment

MOBILITÀ, PROSEGUE IL CONFRONTO COSTRUTTIVO

Dopo aver affrontato i temi del trasporto pubblico e del piano sosta, mercoledì prossimo, l’Amministrazione incontrerà le forze politiche per parlare del Biciplan

 
Una serie d’incontri con le forze politiche presenti in Consiglio per affrontare a tutto tondo il tema della mobilità. L’Amministrazione, da fine giugno, ha avviato un tavolo di lavoro” con i membri della “Commissione ambiente, territorio e attività produttive” con l’obiettivo di fare il punto della situazione sulle azioni intraprese in materia e di confrontarsi su quelle che si intendono promuovere in futuro. Nel corso dei primi due appuntamenti, il Vicesindaco Ginelli, Assessore alla partita, ha illustrato le novità legate alla riorganizzazione del sistema del trasporto pubblico locale e lo stato dell’arte sul piano sosta introdotto ad aprile.
 
Per l’appuntamento di mercoledì prossimo, è programmato in agenda il tema del Biciplan. L’incontro sarà l’occasione per condividere con le forze politiche il lavoro svolto sin qui sulla progettazione e sulla programmazione degli interventi per l’avvio del piano strategico per promuovere e incentivare la mobilità ciclabile. La Commissione, infine, si riunirà nuovamente la settimana successiva per tracciare un bilancio degli incontri effettuati in questo primo scorcio d’estate.
 
«Il confronto con i colleghi, sia della minoranza che della maggioranza – dichiara il Vicesindaco Gianfranco Ginelli –, sta producendo i risultati sperati. Negli incontri sin qui realizzati sono emerse idee e ipotesi di lavoro, potenzialmente, in grado di migliorare, non solo la mobilità cittadina, ma anche quella sovra comunale».
 
«La mobilità e, in particolare, la sua sostenibilità – aggiunge il Sindaco Andrea Checchi – sono temi cardine attorno ai quali ruoterà il futuro di San Donato, e rappresentano, dunque, la principale sfida di fronte alla quale siamo messi tutti noi Amministratori. Rivolgo un ringraziamento ai Consiglieri per la disponibilità dimostrata nell’accogliere il nostro invito a questo confronto costruttivo per il bene della città».

 

 

Log in to comment

Ancora nessuna risposta alla Lettera Aperta "Bici Marcata Bici Salvata"

Ancora nessuna risposta alla Lettera Aperta "Bici Marcata Bici Salvata"

Parte il #COUNTUP


Una lettera aperta per richiedere che i soldi pubblici destinatati ad un progetto nato obsoleto fossero destinati per salvaguardare veramente la bicicletta dai furti

Il 5 giugno 2019 abbiamo pubblicato sul sito ufficiale dell’ Associazione RecSando,  la rete civica e il  giornale on line del Sud Est Milano, una lettera aperta indirizzata alle associazioni San Donato Riparte, WWF Sud Milano e Fiab Melegnano.

Abbiamo sollecitato una risposta pubblica alle nostre richieste il 19 Giugno scrivendo ai loro indirizzi di posta dopo che siamo venuti a conoscenza per vie informali che le associazioni si erano riunite per dar corso ad una risposta alle nostre richieste, indirizzata al Comune di San Donato  Milanese.

Cosa scriviamo nel nostro sollecito ?

Leggi tutto...

Log in to comment

Riqualificazione Pratone: revocato l'incarico all'impresa

CS SDMI tecnici dell’Ente, a seguito delle irregolarità riscontrate, hanno esercitato la risoluzione del contratto in danno. Nei prossimi giorni sarà incaricato un nuovo operatore

 I tecnici dell’Ente, nell’ambito degli ordinari e sistematici controlli voluti dall’Amministrazione sulle opere in corso nel territorio comunale, hanno riscontrato alcune irregolarità nello svolgimento dei lavori sulla riqualificazione leggera del Pratone. In particolare, è emerso un subappalto non autorizzato, sono stati evidenziati gravi ritardi nell’esecuzione degli interventi e nei materiali di riciclo utilizzati per il sottofondo è stata rilevata la presenza di sostanze inquinanti (COD, solfati e cromo totale) in concentrazioni superiori ai limiti consentiti. Non essendo i materiali conformi a quanto previsto nel capitolato di gara, verranno rimossi in tempi brevi, con costi a carico dell’impresa.

Leggi tutto...

Log in to comment

Il Pratone avvelenato


IL PRATONE AVVELENATO

Apprendiamo solo dal Cittadino, perché il nostro accesso agli atti non è stato ancora evaso su questo specifico aspetto, che gli inerti portati sul Pratone non solo erano difformi da quelli previsti dal capitolato di gara, ma  erano anche inquinati!
Questa volta il Sindaco Andrea Checchi non può nascondersi dietro ai tecnici, o a qualche appaltatore “cattivo”. Fu lui a dichiarare al “Il Giorno”, il 4 giugno 2019 che:
«Il sopralluogo ha appurato che il materiale non era conforme al capitolato, ma non era certo materiale inquinante …. È stato detto di tutto, perfino che c’erano tracce di amianto, tutte illazioni infondate. Non esistono segnalazioni alla magistratura, è tutto nella norma».

Leggi tutto...

Log in to comment

Prosegue la valorizzazione dell'area Lambro

CS SDMQuesta mattina presentato a Milano il progetto ReLambro che prevede interventi anche a San Donato sulle anse naturali del fiume in prossimità dell’ex canile

Il Lambro, il suo ecosistema e le sue sponde sono un patrimonio cittadino da tutelare e valorizzare. Per questo il Comune di San Donato ha aderito con convinzione al progetto ReLambro, iniziativa presentata questa mattina a Palazzo Marino e resa possibile dai finanziamenti di Fondazione Cariplo e dalla collaborazione tra Ersaf (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste), i Comuni di Melegnano, Milano, Peschiera Borromeo, San Donato Milanese e Segrate, il Parco Nord, l’Università di Agraria, Irsa-Cnr, l’Istituto Nazionale di Urbanistica, il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano, Legambiente Lombardia e l’Associazione Grande Parco Forlanini.

L’intervento che interesserà il territorio sandonatese si concentrerà sull’area dell’ex canile, luogo adiacente al rifugio per gatti randagi. Il piano punta a mettere a disposizione dei cittadini un ambito aperto e fruibile attraverso il completamento dei percorsi, la pulizia delle sponde, l’eradicazione di arbusti infestanti e alloctoni, la posa di nuove piante, il posizionamento di una staccionata di protezione verso le sponde e la creazione di uno spazio didattico. Quest’ultimo sarà realizzato negli spazi dell’ex canile, dove saranno costruiti nuovi ingressi, percorsi e passaggi per gli animali e dove saranno installate strutture e coperture in legno sui massetti già presenti. Il tutto sarà completato da arredi e strumenti funzionali alla didattica. L’investimento previsto per realizzare gli interventi sopraelencati si aggira intorno ai 250mila euro, dei quali, circa 100mila saranno messi a disposizione da Fondazione Cariplo e i restanti saranno a carico del Comune.

Leggi tutto...

Log in to comment

Spettacolo di Cabaret al Troisi: Avanti il prossimo



Siete tutti invitati allo spettacolo di cabaret che si terrà il prossimo  Mercoledi 26 giugno alle ore 21,00 presso il cinema teatro Troisi in San Donato Milanese, in Piazza Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, 22
Uno spettacolo ideato da Ernesto Cosentino
Con Andrea Fratellini e Francesco Rizzuto ( ZELIG)
L'ingresso sarà ad offerta libera e il ricavato sarà devoluto all' Associazione Smile APS (Associazione di Promozione Sociale di familiari per la salute mentale)

Leggi tutto...

Log in to comment

San Donato rischia di perdere SNAM

sandonato riparteDichiarazione di Marco Pagliotta, capogruppo in consiglio comunale di San Donato Riparte:

<< Desta grande preoccupazione la notizia, resa pubblica dai sindacati, del probabile e imminente cambio di sede di SNAM, storica azienda sandonatese. A ciò dobbiamo aggiungere le ricorrenti voci di un trasferimento a Milano di Saipem, altra azienda nata all’interno di ENI e da sempre intimamente legata al territorio sandonatese.

E’ dai tempi della giunta Dompè - quando fu illustrato per la prima volta in sala consigliare il progetto del nuovo sesto palazzo uffici - che ENI promette e assicura di voler rimettere la città di San Donato al centro delle proprie strategie di sviluppo, a tutto interesse del gruppo stesso, dei lavoratori e dell’intera comunità sandonatese. E’ da allora che le amministrazioni comunali che nel frattempo si sono succedute hanno sempre dichiarato di avere al centro delle proprie politiche il lavoro e il mantenimento all’interno di San Donato di tutte le società più grandi e importanti, società che hanno intimamente legato il loro sviluppo e la loro immagine alla nostra città. La realtà sembra essere diversa e molto meno positiva.

Leggi tutto...

Log in to comment

Condomionio di Via Trieste 20: inizio di un cambio di marcia ?

Condominio di via Trieste, 20: è l’inizio di un cambio di marcia ?


Con la fine dei lavori che hanno visto il condominio di via Trieste, 20 coperto negli ultimi sei mesi dalle impalcature per l’applicazione del cappotto termico alle pareti esterne del fabbricato, forse potrebbe iniziare una decisa accelerazione a San Donato Milanese nei lavori di riqualificazione energetica degli edifici esistenti.

La svolta che rende più attuabile la realizzazione di un numero consistente di interventi per ridurre drasticamente i consumi di riscaldamento/raffrescamento è data sicuramente dalla possibilità di cessione del credito fiscale (in vigore dal 2018), che va ad aggiungersi alle forme di finanziamento e di detrazioni fiscali esistenti, rendendo ancor più conveniente investire nelle vecchie strutture e nei condomini, che per la maggior parte risalgono agli anni ‘60 e ‘70.

Sono queste le previsioni emerse dagli interventi in Cascina Roma nel tardo pomeriggio di martedì 11 giugno, durante l’incontro indetto dall’Amministrazione comunale con Rete Irene ed Eni Gas & Luce. Quest’ultimo in particolare ha deciso di partecipare attivamente a progetti di riqualificazione con un’apposita campagna di promozione definita “CappottoMio”.

Dopo il saluto del sindaco Andrea Checchi, che ha confermato l’impegno nel diffondere questa esperienza positiva affinché questo progetto pilota si possa estendere ad altri stabili sandonatesi, nell’interesse di chi li abita e per il miglioramento della qualità della vita di tutta la cittadinanza;

sono poi intervenuti: Giorgio Fontana Responsabile per la parte Energy Saving di Eni Gas & Luce, che ha spiegato in cosa consiste la soluzione proposta con la loro campagna CappottoMio, Mario Tramontin vice Presidente di Rete Irene che raggruppa le imprese incaricate di realizzare i lavori e l’amministratore di condominio Alessandro Cesca insieme ai condomini di via Trieste, 20 che sono stati fra i primi a scegliere la formula della cessione del credito.

Nei loro interventi hanno sintetizzato le varie operazioni messe in atto per raggiungere un significativo contenimento dei consumi, un maggior comfort abitativo del proprietario, oltre ad ottenere una rivalorizzazione estetica e patrimoniale dell’immobile e contemporaneamente ridurre le emissioni di fattori inquinanti.

A fine lavori il condominio ristrutturato ha ottenuto una riduzione del fabbisogno energetico di poco più del 50% ed un passaggio di classe energetica media dell’edificio da E a C.

Queste prestazioni hanno permesso di rientrare nei limiti tecnici necessari per usufruire degli incentivi fiscali “Ecobonus” e del meccanismo della cessione del credito fiscale stabilito dalla Legge di Bilancio 2018. Una condivisione di obiettivi comuni che ha permesso di operare nell’interesse dei vari attori coinvolti: condomini, amministratore, progettista e imprese in favore di un progetto che porta vantaggi anche a tutta la cittadinanza, riducendo le emissioni di CO2 immesse nell’ambiente. Si pensi che questa riduzione è calcolata intorno a 20 tonnellate/anno, per un solo condominio.

Ma gli esempi di realizzazione stanno procedendo troppo lentamente, anche tenendo conto che la Legge di Bilancio 2018 prevede un finanziamento triennale, per la parte relativa alla riqualificazione energetica. Quindi la copertura è, per ora, fino al 2021.

Sarebbe necessario che durante i prossimi 2 anni nascessero decine e decine di cantieri di ristrutturazione ed efficentamento energetico degli edifici esistenti, sia privati che pubblici.

C'è bisogno di una forte accelerazione. C'è bisogno che tutti si diano una smossa, che ognuno di noi (condomino, amministratore condominiale, progettista, amministratore pubblico) dia un suo contributo per ridurre consumi energetici ed inquinamento atmosferico!

Noi di RecSando siamo particolarmente orgogliosi di poter ricordare che da almeno tre anni stiamo sforzandoci di fare la nostra parte, nonostante gli scarsi riconoscimenti ufficiali e pur incontrando spesso incomprensioni e disinteresse. Finalmente siamo di fronte ad una esperienza positiva, anche conseguente ad un evento organizzato a fine 2016 in Sala consigliare ed alle successive iniziative di informazione e di dibattito culturale; vedi in proposito:
Quella serata sull'efficentamento energetico organizzata da RecSando ha dato i suoi frutti

E’ anche per questo motivo che la Redazione RecSando ritiene utile rendere disponibile la registrazione audio degli interventi dell’incontro di martedì scorso che hanno affrontato in dettaglio i passi compiuti per arrivare ai risultati raggiunti nel condominio di via Trieste. La registrazione può essere ascoltata in podcast da chi fosse interessato a promuovere esperienze simili.

#PRECURSORIDELTEMPO
#BUONEPRATICHEDIFUTURO
#NOIalserviziodellacittà


Potrebbero interessare anche gli articoli che parlano degli eventi organizzati da RecSando insieme al comitato Smart Bulding che davano il via al percorso di efficentamento energetico [Novembre / Dicembre 2016]
15 Novembre 2016 , tutti in Sala Consigliare: Campagna per l'Efficienza Energetica nei Condomini
#EfficienzaEnergetica a San Donato Milanese: Dal 19 Novembre al 3 Dicembre in Cascina Roma
#EfficienzaEnergia ... Al via lo #SportelloEnergia in #CascinaRoma
#EfficienzaEnergetica: Completata la prima fase della Campagna per sensibilizzare al risparmio

Luciano Monti - Redazione Recsando
 

 


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
SCONTI E VANTAGGI AI SOCI DI RECSANDO / BICIPOLITANA NETWORK - DIVENTA SOCIO

 

 
 
Log in to comment

Recuperata "l'Ara di Monticello"

CS SDMLa scorsa settimana archeologi della Soprintendenza, volontari d’Italia Nostra e operai del Prontocittà hanno prelevato il reperto archeologico

Un lavoro di squadra tra la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la Città metropolitana di Milano, l’associazione Italia Nostra Milano sud est e il Comune. È andato in scena la scorsa settimana per il recupero dell’ara di Monticello, reperto archeologico la cui presenza è stata documentata per la prima volta nel libro San Donato, cenni storici di Luciano Previato, edito nel 1972.

Alberto Bacchetta, funzionario archeologo della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la Città metropolitana di Milano diretta dall’arch. Antonella Ranaldi, e Annalisa Maiorano, archeologa della società Pandora Archeologia s.r.l. incaricata dalla stessa Soprintendenza, insieme ai volontari di Italia Nostra, Cristiana Amoruso e Maurizio Bramini, e agli operai del servizio comunale Prontocittà hanno prelevato in località Monticello un’ara di epoca romana, probabilmente a destinazione funeraria, in ghiandone (materiale solitamente trasportato per via fluviale dall’Alto Lario) di circa un metro d’altezza, conservante resti di un’iscrizione incisa sul lato frontale. Il manufatto, riposto in sicurezza in uno dei depositi dell’Ente ministeriale – ai sensi dell’art. 91 del Codice dei Beni Culturali, che sancisce la proprietà statale dei beni archeologici rinvenuti – sarà sottoposto, dopo una pulizia accurata, a un’analisi approfondita che includerà lo studio dell’iscrizione da parte di un epigrafista.

Leggi tutto...

Log in to comment