Nessun dipendente dell’anagrafe è indagato

L’Amministrazione intende rettificare quando riportato da alcuni organi di stampa circa l’operazione Big Brother della Guardia di Finanza
 
Inmerito a quanto riportato nelle edizioni di ieri e oggi da diverse testate giornalistiche (cartacee e digitali) circa la maxioperazione Big Brother della Guardia di Finanza l’Amministrazione comunale intende precisare quanto segue:
 
«Nessun operatore dell’Ufficio Anagrafe risulta coinvolto nell’indagine. La persona coinvolta è, in effetti, un dipendente del nostro Comune dal 2000 e il suo coinvolgimento, da quanto risulta, sarebbe conseguente ad attività attinenti alla sfera personale e non connesse al suo ruolo all’interno dell’Ente, che comunque non afferisce ai servizi demografici».

 4 Visite totali,  1 visite odierne