Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente


Maggio in giallo 2018
Cena con gli autori 11 maggio 2018 - Eterotopia

Prosegue la rassegna Maggio in Giallo 2018. Venerdì sera (11 maggio) presso il centro sociale Eterotopia di via Risorgimento, 21 cena con gli autori e presentazione dei loro libri.

Alberto Tavazzi ha conversato con Lorena Lusetti autrice di “I vasi di Ariosto” ed. Damster € 13,00 e Oscar Logoteta autore di “Milano disillusa” Fratelli Frilli ed. € 11,90


Buona presenza di pubblico, la formula delle cene con gli autori è molto apprezzata. Si chiacchiera in maniera informale, si mangia, si beve.
Alberto Tavazzi ha chiesto agli autori di presentarsi, Lusetti, autrice di Bologna ha raccontato che questa è la quinta avventura dell’investigatrice Stella Spada, i cui libri sono pubblicati tutti da Damster.
Viene chiamata spesso a partecipare con propri racconti ad antologie. A sua volta organizza presentazioni di libri, è un’appassionata lettrice.
Oscar Logoteta è un autore sangiulianese al suo secondo libro, il primo per la Fratelli Frilli Editori con protagonista il commissario Renato Negri. Logoteta, creativo, padre di due bimbi piccoli, capo scout, scrittore (o almeno, ci prova, dice lui) è affascinato dagli anni 70 e il suo noir è ambientato proprio in quegli anni.
La conversazione, intervallata dalle portate della cena, è proseguita raccontando quanto possibile della trama dei libri presentati senza rivelare troppo.
Alla fine dell’incontro c’è stato tempo per qualche domanda dal pubblico e per il firma copie.

I vasi di Ariosto – La storia, scritta in prima persona, si apre con la descrizione del risveglio della protagonista, Stella Spada che sta attraversando un periodo di depressione. Finalmente, spinta da necessità economiche accetta un caso semplice, che la porterà dritta dritta ad occuparsi di un caso molto più complicato. Non manca l’ironia. Lo sfondo di questa storia è Bologna.

Milano disillusa – Il libro inizia con un antefatto svoltosi nel luglio 1955 al quartiere Giambellino che nel dipanarsi della storia troverà la sua collocazione. Facciamo conoscenza con il commissario Negri che si trova a commentare un fatto realmente accaduto, il rapimento Moro. L’indagine della quale si occuperà il Commissario riguarda una morte in scena, al Piccolo Teatro di Milano. Negri dovrà indagare sulla morte, molto scenografica, di un famoso illusionista.

Prossimo appuntamento: venerdì 18 maggio ore 20.15 Trattoria La Primavera: Piera Scudeletti presenterà due autori siciliani: Alberto Minnella con “Portanova e il cadavere del prete” e Vincenzo Maimone con “Sicilia terra bruciata” Fratelli Frilli Editori
Chi volesse partecipare alla cena può prenotare presso Libropoli tel 02 9840009

redazione recsando  /mb

#BikePoint: PARTECIPA ANCHE TU ALLA CAMPAGNA DI RACCOLTA FONDI PER POSIZIONARE RASTRELLIERE PER LE BICICLETTE NEL SUD EST MILANO


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
 

 
Log in to comment

Il Salotto Letterario