Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

FORUM SAN DONATO, il forum per discutere argomenti inerenti esclusivamente la CITTA' di SAN DONATO

ARGOMENTO: Strisce Blu, tanti dubbi, poche certezze

Strisce Blu, tanti dubbi, poche certezze 16/04/2019 21:56 #4620

Il piano sosta era nel programma elettorale di Checchi?...

Strisce Blu, tanti dubbi, poche certezze
Esegui il login per poter scrivere nei forum

Strisce Blu, tanti dubbi, poche certezze 11/06/2019 10:07 #4621

Grazie per l'analisi della situazione.
Trovo interessante, anche se velleitario, il sollecito all'uso della bicicletta. Ho una bici, ma l'unico percorso in cui mi sento al sicuro usandola è il circuito De Gasperi-Maritano-Gramsci (sulla via Morandi è solo velleitario, perchè essendo così stretto facilita l'interferenza con i pedoni).
Per il resto di San Donato non mi azzrdo neanche a usare la bici; troppo pericolo, per l'asenza di pista ciclabili e l'interferenza con le auto, peggiorata dall'instabiltà della bcicletta in sè.
Dato che ho superato gli 80 anni, potrei soddisfare senza rischi le mie eventuali ambizioni sportive comprando una bici a 3-4 ruote più stabile. Così potrei divertirmi per le auto obbligate a restarmi dietro in via Cefalonia o in via Libertà...
Nel frattempo, per favore, evitate di incoraggiare all'uso della bicicletta. E' scomoda e pericolosa..Ed evitate di spingere l'amministrazione comunale a occupare i marciapiedi con inutiili piste ciclabili che disturbano solo i pedoni.
P.S. Anche camminare fa bene alla salute.
Esegui il login per poter scrivere nei forum

Strisce Blu, tanti dubbi, poche certezze 22/09/2019 20:01 #4625

Sono anni che non scrivo su Recsando, sia per mancanza di tempo, sia per disillusione dopo i tentativi di cambiare le cose in meglio fatte anni or sono. Tuttavia voglio esprimere tutta la mia preoccupazione e la mia perplessità sulla combinazione Piano della sosta/Nuove piste ciclabili, in particolare in via Europa, dove abito. Condivido parecchi punti dell'articolo, soprattutto quando si parla del traffico di attraversamento; anni fa, quando facevo parte della Lista Civica L'Altra San Donato, avevamo messo nel nostro programma un piano di controllo degli accessi per limitare il traffico di attraversamento. Naturalmente, questo piano fu ridicolizzato dai nostri avversari politici ma, ora, lontano dalle elezioni, vedo che si ammette che uno dei principali problemi di San Donato è proprio il traffico di attraversamento, tra la Paullese e la via Emilia, e non solo.
Tuttavia, vorrei concentrare l'attenzione sulla situazione che si è venuta a creare in via Europa dove, per realizzare la nuova pista ciclabile, sono stati ridotti i parcheggi liberi, restringendo la carreggiata. Ora, al mattino, e probabilmente anche nel resto della giornata (non lo so perché lavoro fuori) il tempo di percorrenza di via Europa si calcola in decine di minuti, soprattutto il venerdì, giorno di mercato in via Gramsci. Tra auto che cercano di uscire dai parcheggi liberi (ormai a ridosso della corsia di marcia), autobus, pedoni e biciclette, prevedere in quanto tempo si riuscirà ad uscire da San Donato diventa assolutamente velleitario. Devo dire che, lavorando a Brugherio, il tempo per uscire da San Donato quasi equivale al resto del tempo del viaggio. A tutto questo si aggiunge la beffa dei parcheggi a pagamento. A noi residenti in Piazza Dalla Chiesa è negato il pass per parcheggiare nella piazza, che durante il giorno rimane pressoché vuota, perché chi deve andare alla posta cerca un parcheggio libero dall'altra parte della strada, creando ancora più ingorghi. Ora i posti auto liberi sono ancora di meno, per colpa della pista ciclabile e quindi prevedo notevoli perdite di tempo alla ricerca di un parcheggio libero la sera (alla faccia della riduzione dell'inquinamento). Sono favorevole, in linea di principio, alle piste ciclabili e per me Amsterdam è un esempio fantastico (ci vado ogni anno e la conosco abbastanza bene da ammirare l'organizzazione del traffico: le piste ciclabili sono in ogni strada sia del centro sia della periferia); anche Londra non scherza in fatto di piste ciclabili. Sono un ciclista sportivo e per me la bici non è un mezzo di trasporto, tuttavia condivido l'idea di aumentare i percorsi protetti. Però c'è modo e modo: ridurre le carreggiate per fare le piste ha come conseguenza soltanto la congestione del traffico. Migliorare i mezzi pubblici è un prerequisito per migliorare il traffico e andava fatto prima del piano della sosta e prima delle piste ciclabili. Infine vorrei fare un appello all'amministrazione comunale: visto che ci avete tolto i parcheggi liberi, perché non ci date il pass per parcheggiare in piazza Dalla Chiesa? Purtroppo per me, e per molti altri Sandonatesi, l'auto è un mezzo di trasporto indispensabile per andare a lavorare (io avrei la possibilità fisica di farmi 40 Km al giorno in bici per andare a lavorare, ma non riuscirei a farlo con la dovuta sicurezza; sarei lietissimo di pedalare per andare al lavoro ma non ci sono piste ciclabili da qui a Brugherio; inoltre con i mezzi pubblici ci metterei due ore).
In conclusione, chi lavora all'ENI e abita a San Donato, avrà la possibilità di usare la bicicletta, chi vorrà andare alla Metropolitana, forse userà la bicicletta ma chi viene da fuori, chi lavora fuori e chi attraversa San Donato, non farà altro che ingorgare ancora di più la nostra città, a causa del piano sosta e delle piste ciclabili.
Esegui il login per poter scrivere nei forum

Strisce Blu, tanti dubbi, poche certezze 23/10/2019 19:56 #4629

MI associo. E' vergognoso come si spendano risorse per buttare per aria le strade con lo scopo di permettere a pochi giovanotti di San Giuliano di andare in bicicletta a an Donato per prendere la metropolitana.
San Donato è una città di anziani che in bici non ci vanno perchè è pericolosa, con le piste ciclabili sfiorate dalle auto o ricavate sui marciapiedi. E non sarà un nuova ciclabile dalla metropolitana a via Maritano a cambiare la situazione.
Sarebbe stato più utile permetterci di spostarci con l'auto senza dover pagare per fermarci.
(a meno che le strisce blu non servano a migliorare la nostra forma fisica camminando fino al prossimo parcheggio libero)
Ultima modifica: 23/10/2019 19:59 da Giorgio Soave.
Esegui il login per poter scrivere nei forum
Tempo creazione pagina: 0.226 secondi