Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

FORUM VARIE, Discussioni libere per parlare di tutto quello che non rientra negli altri forum! (racchiude anche i vecchi forum CONSUMATORI e SPORT)

ARGOMENTO: etes vous Dieudonné ?

etes vous Dieudonné ? 19/03/2015 13:05 #3467

www.corriere.it/esteri/15_gennaio_15/fra...6-694fc7ea2d25.shtml

Un articolo genuinamente sofferto quello di Pierluigi Battista che, non è una novità, è un ottimo giornalista.
Un articolo che non può non generare una solidarietà con Battista.
Di fronte all'odio collettivo cerca di aiutare, come può, a non farsi sopraffare e a mantenere alto il diritto di espressione anche se è uno sforzo immenso.

Certo per un Cattolico leggere questo articolo fa anche compassione: Battista percorre un'accidentata (anche se ostinata) strada laica per allinearsi a ciò che per un Cattolico è ben più facile affrontare.

Da Cattolico dico però: guai a qualsiasi tentazione di 'complesso di superiorità'
Al contrario non solo va rispettato, ma consiglio a chiunque abbia una visione laica della vita, quanto scrive Battista.
Un articolo da conservare e da usare per riflettere quando sembra che contro il male ci si debba solo andare a fare guerra, mettendosi così sullo stesso livello del male stesso, che quindi avrebbe la meglio su noi stessi.
Andrea Lanzoni
Esegui il login per poter scrivere nei forum

etes vous Dieudonné ? 19/03/2015 17:28 #3468

Sì,è sbagliato condannare quel provocatore di Dieudonné (che purtroppo pare che abbia un certo uditorio, magari solo per divertirsi alle sue provocazioni).

Dire:"je suis Charlie Coulibaly"; è una frase stupida e provocatrice e merita commiserazione, non la galera.
Mi meraviglia che i giudici francesi ci perdano il loro tempo.
Esegui il login per poter scrivere nei forum
Hai ricevuto un GRAZIE da: Barbara Picutti

etes vous Dieudonné ? 27/03/2015 12:00 #3536

Dire:"je suis Charlie Coulibaly"; è una frase stupida e provocatrice e merita commiserazione

Assolutamente d'accordo e così penso tantissimi, forse il 90% degli occidentali.
Ciò che non saprei è che se domani Dieudonnè subisce un attentato, per es., da parte di ebrei ortodossi o da qualcun altro, non vi siano cartelli, coerenti, con scritto "Je suis Dieudonnè".

Se l'hanno fatto per il deprecabile Charlie Hebdo perchè, in nome della libertà di espressione, le stesse persone non rimandano, sottolineo coerentemente, lo stesso messaggio in cui si confonde la libertà di espressione con l'identificazione con chi l'ha esercitata?
Se sono coerenti, veramente, così come erano dei Charlie, dopo un attentato a Dieudonnè DEVONO essere dei Dieudonnè.
Andrea Lanzoni
Esegui il login per poter scrivere nei forum
Tempo creazione pagina: 0.110 secondi