Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

FORUM ESPRESSIONI ARTISTICHE
il forum multimediale per esprimere l'arte
MUSICA - FUMETTI - MISTERI - POESIA - LIBRI - VIDEO - ARTE - VIGNETTE - MAIL ART - FOTOGRAFIA - CINEMA

ARGOMENTO: (film) C'era una volta a Hollywood

(film) C'era una volta a Hollywood 19/09/2019 11:11 #4624

Solitamente non amo molto il cinema di Tarantino, che trovo troppo e inutilmente violento. Ma questo film mi ha incuriosito e alla fine mi ha fatto ricredere sul regista.
Siamo a Hollywood nel 1969, e seguamo le vicissitudini di un attore, interpretato da Leonardo di Caprio, che non ha avuto, fino a quel momento, il successo sperato, e della sua controfigura, costretto a fargli anche da autista, aiutante,ecc (Brad Pitt). Sullo sfondo, la vicenda della "Family" di Charles Manson, che è presente fin dall'inizio e percorre tutto il film, con pochi brevi accenni disseminati qua e là, fino al finale (che ovviamente non vi sveleremo).
Il film è una rappresentazione accattivante e vivace della Hollywood degli anni '60 e '70, ossia di uno dei periodi più fertili e trssgressivi del cinema americano, in una Los Angeles degli eccessi e del glamour. E in questo Tarantino è stato formidabile. Ottima la scelta degli attori, scenografia impeccabile, la ricostruzione degli ambienti (in particolare il Ranch in cui viveva la Family di Manson al limite della perfezione. Il film ti cattura e ti diverte e, per chi ha vissuto quegli anni da spettatore, è a volte quasi commovente.
Qualche perplessità sul finale, che del resto ha già suscitato parecchie critiche e dibattiti, e che comunque non inficia la qualità del film.
Lo consiglio vivamente soprattutto ai cinefili, ma non solo.
Esegui il login per poter scrivere nei forum
Tempo creazione pagina: 0.780 secondi