Home » Blog » Dopo la musica la letteratura, San Donato entra nel cartellone milanese di Bookcity

Dopo la musica la letteratura, San Donato entra nel cartellone milanese di Bookcity

Tre giorni di appuntamenti, da venerdì 14 a domenica 16 novembre tra biblioteca comunale, cinema Troisi e Cascina Roma
 
Non solo libri. Ma anche graphic novel, musica e cinema. San Donato entra nel cartellone di Bookcity, la rassegna milanese dedicata alla lettura in programma fra venerdì 14 e domenica 16 novembre con centinaia di eventi letterari, e lo fa con una serie di iniziative che intrecciano diversi generi espressivi sotto il titolo Convertire la fabbrica in passione (scritture e immagini per macchine e corpi operai). Si tratta di un cartellone ricco e diversificato – allestito dall’Ufficio cultura con la collaborazione dell’associazione Lodi Città Film Festival – che affronta il tema della società industriale e delle sue trasformazioni novecentesche, con un occhio puntato in particolare su Lombardia e area metropolitana (in cui San Donato, con le sue esperienze peculiari, riveste un peso significativo), attraverso la lente della narrativa, del saggio storico, del cinema e della musica.  
Si parte venerdì 14 nella biblioteca di via Martiri di Cefalonia con la presentazione di Marcinelle 1956. Memoria da condividere, graphic novel realizzata dal collettivo femminile Illustralapics, con un laboratorio per ragazzi, a partire dalle 17, cui seguiranno una conversazione con le autrici e una lettura pubblica. Sabato 15 doppio momento in Cascina Roma con la conversazione sul romanzo industriale (alle 18) fra lo scrittore Giancarlo Buzzi (uno degli ultimi “intellettuali di fabbrica” oggi viventi), Silvia Cavalli e Giorgio Bigatti e la proiezione del film La neve nera. Luigi Di Ruscio a Oslo, un italiano all’inferno e successivo incontro con lo sceneggiatore Angelo Ferracuti (ore 21). Domenica 16 infine, ancora a Cascina Roma (alle 18), spazio alla musica con l’esibizione (pianoforte e voce) di Susanna Parigi (Jannacci, personaggi e canzoni) e a seguire l’incontro con lo scrittore e giornalista Andrea Pedrinelli, autore di Roba minima (mica tanto). Tutte le canzoni di Enzo Jannacci.
«Con l’ingresso nella programmazione di Bookcity – spiega l’Assessore alla Cultura Chiara Papetti – proseguiamo sulla strada dell’apertura della città all’ambito più vasto della metropoli che ha avuto la sua prima tappa lo scorso anno con l’adesione al cartellone milanese di Pianocity. Crediamo che una realtà come la nostra debba allargare i propri orizzonti e offrire proposte culturali di spessore, fortemente radicate nel tessuto cittadino ma con un respiro più vasto e una marcata trasversalità; una direzione nella quale si inseriscono anche il lancio delle rassegne musicali e teatrali».

 15 Visite totali,  2 visite odierne