Home » Rassegna Stampa » Notizie dal mondo » Pagina 42

Notizie dal mondo

La meglio gioventù a Mesagne, la Cooperativa Sociale Terre di Puglia-Libera Terra

‘Non è poco il fatto che in una realtà del sud difficile – mi dice – si sia riusciti a creare questa società cooperativa formata da sei soci che dà lavoro a 13 operai stagionali, impegnati quasi tutto l’anno. E che gestisce terreni e beni immobili in una masseria, I Canali, che è diventata luogo di attività didattiche che coinvolgono gli studenti della zona e d’estate si trasforma in campo di lavoro locale e inter/nazionale.’ Oltre alla masseria è stata utilizzata la villa di un boss locale, ora a piede libero, per enoteca di vino molto pregiato, il negroamaro Renata Fonte, in memoria di questa donna che da assessore a Nardò ha pagato con la vita la sua determinazione a difendere dalla speculazione il Parco di Porto Selvaggio, e il primitivo Antò. Qui alla Bottega Libera Terra sono esposti i prodotti coltivati e conservati, la pasta, i legumi, i pomodori, le olive da cui si estrae un olio extravergine di grande qualità, i carciofi…

 38 Visite totali

G8… 21 luglio 2001: il giorno in cui l’Italia violò i diritti umani

G8 – Per non dimenticare

Dal 21 Luglio del 2001 di tempo ne è passato molto. Io stesso all’epoca ero un bambino e non ero cosciente del dramma che si stava consumando in una città diversa dalla mia. In tutti questi anni, molti di noi hanno riposto l’impressione di quei fatti così assurdi sotto un velo di indifferenza.
C’è chi, però, non ha mai dimenticato, chi si trovava quel giorno nelle strade infuocate di Genova o chi, se pur assente, era come se ci fosse. Tra tutti costoro che hanno, imperterriti, ricercato una forma di giustizia merita una menzione particolare un ragazzo come tanti: Arnoldo Cestaro. A rendere particolare Arnoldo non è solo l’età, 62 anni all’epoca dei fatti, ma anche e, soprattutto, la determinazione con cui ad oggi, alla non proprio verde soglia dei 76 anni, ha portato la sua lotta alla corte di Strasburgo. La corte internazionale ha condannato l’Italia affermando che l’irruzione della polizia e gli eventi che ne seguirono nella scuola Diaz fu tortura e condannando anche la mancanza di leggi specifiche in merito. Sembrerà eccezionale, ma il nostro paese, patria tra gli altri di Cesare Beccaria (“Dei delitti e delle pene”), non riconosce la tortura come reato specifico.

 11 Visite totali

Terrore al tribunale di Milano: processo finito in sparatoria

Poco dopo la notizia che l'uomo, Claudio Giardiello, 57 anni, imputato per bancarottaè stato preso l'aria sembra rilassarsi. Non sono chiare le dinamiche sul dove e il come, dato che inizialmente si pensava fosse imprigionato al terzo piano del palazzo, mentre ora pare sia scappato fino a Vimercate dove è stato catturato. Chi è uscito illeso da questa brutta avventura rassicura i parenti al telefono, raccontando dov'era e per quale fortunata coincidenza non si trovava nel luogo dove è accaduta la tragedia. Ci si lascia scappare anche qualche battuta: "Beh volevo chiedere un rinvio, adesso me lo danno di sicuro".

 16 Visite totali

Non siete già più Charlie ?

Ricordo hashtag, foto profilo, post infiniti in omaggio all’attentato al quotidiano francese Charlie Hebdo del 7 gennaio 2015. Ma oggi? Non siete già più Charlie? Probabilmente no. E sono sicuro che tra poco smetterete anche di essere quelli del volo 9525 della Germanwings e delle stragi di bambini in Siria.
Il sito di Hatra preso a colpi di kashnikov dall’ISIS sarà solo un ennesimo pretesto di sdegno momentaneo.

 13 Visite totali

Podcast: Pane e Amianto … la storia di una fabbrica ad alto rischio ambientale

Nell'ambito della manifestazione Book Pride che ha ospitato piccole case editrici, è stato presentato il libro “Pane e amianto” di Giuseppe Armenise. A presentarlo, insieme al giornalista Giuseppe De Bellis e all'autore, è intervenuta Ornella Bongiorni giornalista e direttore responsabile della Redazione RecSando.

 22 Visite totali

Smart City: i tram avranno sempre i semafori verdi a Milano

Milano: i tram avranno i semafori verdi. L'idea
Si parte dalle linee principali come la 4 e la 9 dove i test sono già in corso e diventeranno definitivi dopo l'Expo.

Un tram sempre più simile ad un piccolo treno che percorre la città, senza soste forzate tra auto e semafori.  

Si parte dalle linee principali come la 4 e la 9 dove i test sono già in corso e diventeranno definitivi dopo l’Expo.

L'idea di Palazzo Marino è di creare un nuovo sistema di gestione intelligente degli incroci per velocizzare i tram.
 

Si parte dal 4 e dal 9: i test sono già in corso e diventeranno definitivi dopo l’Expo.
 

 14 Visite totali

Progetto Racconto collettivo di Olmi

Il maestro Ermanno Olmi con la collaborazione della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia e la Fondazione Cinema per Roma.
“Chiunque coltivi la Terra o produca Cibo secondo natura, è invitato a partecipare al Progetto per Expo 2015 “Racconto collettivo” di voci libere che ci farà conoscere, attraverso storie del quotidiano, le particolari esperienze legate alle diverse fertilità dei suoli e tramandate dalle tradizioni gastronomiche del cibo di ogni Paese” queste le parole del regista Ermanno Olmi.
L’oggetto del progetto è promuovere la realizzazione di brevi film, da 1 a 6 minuti, in cui agricoltori, allevatori, pastori, pescatori raccontino in forma di dialogo, attraverso storie del quotidiano, il proprio rapporto diretto con la Terra, le conoscenze alimentari legate alle tradizioni di ciascun Paese e più in generale approfondiscano il tema “L’Acqua e il Pane di ogni giorno”.
 

 20 Visite totali,  2 visite odierne