Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Naviglio Grande, una storia di ordinaria sciatteria

Una gestione senza senso, né gusto, né cultura né rispetto per i residenti


 
 
 
Il Naviglio Grande nel tratto periurbano, dopo San Cristoforo e le Canottieri, è interessato da una iniziativa minore che è emblematica della sciatteria con cui questa amministrazione non/vede oltre la circonvallazione della 90-91.
Di più, è emblematica della indifferenza, quando non si tratta di insofferenza, verso la relazione con i cittadini, sia direttamente, sia a seguito dell’uso degli strumenti di relazione con la decisione pubblica, che si tratti dei referendum o dell’Udienza Pubblica fa poca differenza.

cortiana16FBIn questo caso l’Ufficio Grandi Eventi (sic!), ha autorizzato la collocazione, in un tratto di cento metri della striscia tra ferrovia e Naviglio, di una fiera da strapaese piena di stand e furgoni Street food, con corollario di macchine e camion posteggiati ovunque sull’Alzaia, musica a palla full time, dalle 22,00 “dal vivo”, dai neo melodici a una cover band dei Pink Floyd. Il Municipio 6 dice che, nessuno lo ha interpellato e che questo spazio ha ricevuto un’autorizzazione ‘temporanea per Street food e serate diverse’ dagli uffici centrali.
Temporaneo per quanto non viene detto, del resto già un anno fa su quell’area era stato allestito un cantiere e ora, dopo le opere di sbancamento e la bruciatura di materiali a cielo aperto durante la ‘pulizia’, con relativa segnalazione ignorata dei cittadini alla Polizia Locale, sono arrivati i camion con i materiali per montare le strutture e stand vari. L’unico cartello ora esposto è ‘ Storie Metropolitane’ e fa seguito a un rendering con immagini di quello che era stato annunciato: un Luna Park per bambini con bar e parcheggio auto annessi.
In questo momento l’allestimento è presentato come ‘Salone del Mobile Beer Fest’ ed è già in rete la propaganda sulla stessa area di successive date di altre feste per tutti i fine settimana di maggio e giugno.

Leggi tutto...

Log in to comment

Dermatite atopica: sfide e conquiste

In Italia ne soffrono 35.500 adulti, 8.000 dei quali in forma grave. Oltre allo stigma, questi malati devono affrontare spese per alleviare i disturbi, senza guarire e sono impossibilitati a svolgere semplici mansioni quotidiane.

Primo anno di attività dell’associazione che li tutela: ANDea.
Grattarsi la pelle per il prurito fino a lacerarsi, non dormire di notte, isolarsi dal contesto sociale e pagarsi le cure per alleviare i fastidi e poter condurre una vita “normale”. E’ questa la fotografia di chi soffre di dermatite atopica, una malattia della pelle di origine sconosciuta, ma soprattutto senza cure efficaci, ma trattabile soltanto con pochissimi farmaci, tra cui cortisone e ciclosporina, dai tanti effetti collaterali e creme e detergenti a carico dei pazienti.

In attesa dei farmaci biologici entro l’anno, la neonata Associazione ANDeA, ha tracciato un quadro della situazione italiana per sollecitare le Istituzioni a prendersi carico di questa malattia e i malati ad aderire all’associazione per contribuire ad avviare la ricerca su questa patologia. ANDeA, infatti, si è costituita un anno fa grazie ad alcuni malati che vogliono far luce su questa patologia poco conosciuta e molto spesso sottovalutata, che ha un forte impatto sulla vita dei malati, soprattutto nelle sue forme gravi,con importanti ripercussioni anche sul lavoro e le relazioni sociali.

La dermatite atopica(DA) interessa oggi in Italia oltre 35.500 adulti, dei quali circa 8.000 presentano la malattia in forma grave.iMigliaia di persone che vivono quotidianamente con i segni e i sintomi devastanti e persistenti, come prurito, escoriazioni, lesioni e infezioni, per i quali, molto spesso, non trovano sollievo. Il risultato è una seria compromissione della qualità di vita.

Leggi tutto...

Log in to comment

Sci e Abiti d'Epoca sulla pista mozzafiato "La Bellunese" delle Dolomiti

7 APRILE: LA SBRISEDA - 8 APRILE: LA BELLUNESE
Sci e abiti d’epoca per una data imperdibile sulla pista mozzafiato “la Bellunese” delle Dolomiti: è lo skimeeting più alto (3.265 metri) e più lungo (12 km) d’Italia


 
Siete amanti dello sci vintage? Allora non perdetevi questo appuntamento del 7 aprile sulla Marmolada, per la Sbriseda. Sci di legno, abiti d’epoca antecedenti agli anni ’90 e tanta voglia di divertirsi. Sono questi i requisiti per partecipare il 7 aprile alla Sbrisèda, la manifestazione vintage sugli sci che è anche lo skimeeting più alto (con i 3.265 metri di Punta Rocca) e più lungo d’Italia (con i 12 km della pista La Bellunese).
La manifestazione è nata nel 2013, a 100 anni dalla prima discesa dalla parete nord della Marmolada ad opera del tenente austriaco Richard Löschner. Dal 2013 ogni anno ha raccolto sempre più partecipanti all’evento. Il vintage ski contest ospitato sulla Regina delle Dolomiti mette da anni alla prova gli atleti migliori con tempi che non hanno niente da invidiare a quelli degli sci moderni.


Le categorie che gareggiano sono:
- scarponi di cuoio e sci di legno
- scarponi di cuoio e sci di metallo o fibra antecedenti agli anni ‘70
- sci dritti/snurfer/snowboard/monoski antecedenti al 1989 con scarponi di plastica.
Se invece volete dedicarvi a una discesa spettacolare sulla "Bellunese" della Marmolada con ramponcini e ciaspole, aspettate l'8 di aprile. 
 La montagna è una straordinaria maestra di vita e camminare tra i suoi sentieri regala emozioni autentiche in tutte le stagioni. L’8 aprile saranno invece i 12 km della conosciuta pista “La Bellunese” ad accogliere amanti di ciaspole e ramponcini per una competizione in discesa, da Punta Rocca a Malga Ciapela. Al termine della prova, organizzata da AICS DOLOMITI BLOG SRL incollaborazione con Funivie Marmolada, le premiazioni distingueranno i primi classificati,maschili e femminili, per ciascuna categoria, ciaspole e ramponcini.
Il programma prevede:
• ore 14.00 Ritrovo presso la funivia di Malga Ciapela per consegna pettorali e registrazione partecipanti
• ore 16.15 Partenza categoria ramponcini;
• ore 16.20 Partenza categoria ciaspole;
• ore 18.00 Premiazioni

Appuntamento 7 Aprile " LA SBRISEDA

Appuntamento 8 Aprile "Marmolada Avanti Tutta"


Edoardo Stucchi


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
 

 
Log in to comment

I Limoni per la ricerca

I LIMONI PER LA RICERCA
Un progetto di Fondazione Umberto Veronesi, realizzato in partnership esclusiva con Citrus – L’Orto Italiano, per finanziare la ricerca scientifica - Dal 4 al 22 aprile 2018, per ogni retina di limoni venduta nei punti vendita aderenti all’iniziativa 40 centesimi saranno devoluti alla ricerca
 
I Limoni per la Ricerca sono un esempio di collaborazione possibile tra fornitore e grande distribuzione, nell’obiettivo comune di un’azione di responsabilità sociale: 40 centesimi a retina saranno devoluti alla Fondazione Umberto Veronesi per finanziare la ricerca scientifica. La prima edizione de “I Limoni per la Ricerca” si è svolta dal 19 al 30 aprile 2017 e, grazie all’adesione di 1.800 punti vendita, ha permesso di raccogliere 90.000 euro che hanno finanziato il lavoro di 3 ricercatrici: Lorena Coretti, Benedetta Raspini e Laura Simoni.
 
L’idea nasce dalla volontà di diffondere l’uso del limone per le sue proprietà nutritive e preventive, come la molecola antitumorale contenuta nella buccia: il limonene. Per questa ragione Citrus - l’Orto Italiano, da sempre vicina a queste tematiche, offre solo limoni italiani e non trattati in superficie. Il limone è più comunemente conosciuto come una buona fonte di vitamina C, tuttavia, come la maggior parte degli altri agrumi, contiene un ampio elenco di altri nutrienti essenziali: carboidrati (zuccheri e fibre), potassio, acido folico, calcio, tiamina, niacina, vitamina B6, fosforo, magnesio, rame, riboflavina, acido pantotenico e una varietà di composti fitochimici. La vitamina C svolge un ruolo chiave nella formazione del collagene, entra in gioco nell’assorbimento del ferro inorganico (non –eme); inoltre come antiossidante, la vitamina C può aiutare ad evitare il danno cellulare da "radicali liberi" implicato nella progressione di diverse malattie tra cui il cancro, le malattie cardiovascolari e la formazione della cataratta. Nel limone, in particolare nella buccia, sono presenti fitochimici come monoterpeni, limonoidi, flavonoidi, carotenoidi ed acidi idrossicinnamici. Questi composti hanno dimostrato in diversi studi scientifici capacità antiossidanti, effetti sulla differenziazione cellulare e potere detossificante che renderebbero i limoni, se regolarmente consumati, una componente importante di una dieta volta a ridurre il rischio di malattia.
 
Il packaging, prodotto dall’azienda Sorma Group e donato per l’iniziativa de I Limoni per la Ricerca, si sposa con la filosofia di Citrus - l’Orto Italiano che lo utilizza abitualmente per tutti i suoi agrumi, poiché realizzato con un minor impiego di plastica e completamente riciclabile.  
"Siamo lieti di partecipare alla seconda edizione de “I Limoni per la Ricerca” – ha dichiarato Marianna Palella, 25enne CEO e Founder di Citrus - l’Orto Italianoin quanto crediamo fortemente nella ricerca scientifica come motore di innovazione e principale leva competitiva del nostro Paese, come sinonimo di pace, di speranza e di valori.
 
Grazie alla seconda edizione di questo progetto – ha affermato Monica Ramaioli, Direttore Generale della Fondazione Umberto Veronesi - e al prezioso sostegno di Citrus - l’Orto Italiano, azienda lungimirante accanto alla Fondazione da anni, sarà possibile finanziare il lavoro di ricercatori che quotidianamente si impegnano a trovare soluzioni di cura sempre più efficaci per malattie che ancora oggi colpiscono numerose persone. Il numero dei ricercatori finanziati dalla Fondazione Umberto Veronesi cresce anno dopo anno, grazie al contribuito delle persone e soprattutto delle aziende che condividono con noi l’importanza del sostegno alla ricerca scientifica, per il bene di tutti. Un ringraziamento particolare a tutti gli ambassador coinvolti per il supporto nella diffusione del progetto”.
Edoardfo Stucchi
 
 
 
 
PER INFORMAZIONI ALLA STAMPA:
 
Ufficio stampa Fondazione Umberto Veronesi
Elisa Invernizzi
elisa.invernizzi@fondazioneveronesi.it
Tel. 02 76018187 – Cell. 338 1280733

La rete di limoni a 2 euro per la riocerca è distribuita in 2500 supermecati rintracciabili sul sito www.citrusitalia.it

Edoardo Stucchi


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
 

 
Log in to comment

Cicogna Bianca: Segnalate gli avvistamenti

Cicogna bianca: nuova campagna avvistamenti.
Essenziale il contributo dei cittadini
e si punta anche a su quello degli agricoltori

29 marzo 2017. Nel Parco Sud, ma anche verso il Ticino e l’Adda, è sempre emozionante quando nei campi o nei cieli primaverili si avvista una o più cicogne bianche. Non c’è neppure bisogno di un binocolo: difficile confonderle quando veleggiano con le loro ampie ali di quasi due metri, oppure razzolano nei prati, con la loro livrea bianca, ali con la punta nera, becco e zampe arancioni.
Riparte anche quest’anno la campagna avvistamenti della Lipu, a cui collabora la nostra associazione. Segnalate a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. il luogo, l’ora e tutte le caratteristiche del contatto: sono una, due o un gruppo più numeroso? Sono su un prato, ai bordi di un corso d’acqua o sopra un manufatto (campanile, palo dell’elettricità o altro)? Nelle vicinanze c’è un nido (impossibile non notarlo, con circonferenze di oltre un metro e un accumulo di rami che può pesare fino a 150 kg)?
Sono tutte notizie utili, per confermare e arricchire la mappatura di questo uccello, che non è solo di fiera bellezza e di grande valenza simbolica ma, per la sua dieta variegata, rappresenta un affidabile indicatore sulla qualità ambientale del territorio dove staziona.

Gli agricoltori in campo

Quest’anno, l’Associazione per il Parco Sud Milano e la Lipu hanno scritto alle associazioni e ai distretti agricoli per migliorare la qualità e la quantità dei rilevamenti. Se, come contiamo, ogni organizzazione attiverà i propri iscritti, potremo avere un numero di controllori molto più elevato e soprattutto sempre in campo! Gli agricoltori sono coloro che gestiscono e tutelano il territorio, a cui diamo volentieri atto della sensibilità nell’avere mantenuto nei propri campi un livello di naturalità elevato, con la presenza di filari e macchie di arbusti, e soprattutto di un reticolo idrico rinaturalizzato: tutti elementi che favoriscono il mantenimento di una ricca biodiversità. E la cicogna, comprensibilmente, apprezza molto.

Leggi tutto...

Log in to comment

Quadrangolare di rugby old, maschile e femminile, sabato 24 marzo alle 13 al campo sportivo Ripamonti in via Iseo 4, ad Affori.

Quadrangolare di rugby old, maschile e femminile, sabato 24 marzo alle 13 al campo sportivo Ripamonti in via Iseo 4, ad Affori.


Le squadre si affronteranno con l’obiettivo di raccogliere fondi per sostenere l’attività di compagni della palla ovale dei Briganti di Librino, in provincia di Catania, che hanno avuto la loro sede distruttta da un incendio di natura dolosa. Ad organizzare il “Social lovers” sono le due squadre old del nord Milano, composte da papà e mamme dei piccoli giocatori e da ex agonisti e appassionati della palla ovale, entusiasti di scendere in campo invece che stare sugli spalti. Una kermesse amichevole con un terzo tempo da sagra gastronomica preparata dalle Lady lovers Milano rugby, che dopo aver affrontato le Morositas, le Yene e le Arcobaleno gestiranno la parte ludica. Si comincia alle 13. Gli uomini affronteranno invece i Bold, il Seregno e il Velate.

Leggi tutto...

Log in to comment

Inviato: 23/03/2018 20:26 da Enrico Coviello #4565
Avatar di Enrico Coviello
Qui troverete altre notizie e le foto del nostro torneo
www.facebook.com/OldLoversMilanoRugby/
www.oldloversmilanorugby.it/
Grazie a tutti e tutti
Rialzarsi sempre!
Enrico

Ginnastica per sclerosi multipla

Attività fisica come un gioco per i malati di sclerosi multipla
L’alleanza fra Roche e Helaglobe ha permesso di realizzare un video game che permette al malato di seguire ed eseguire gli esercizi fisici sullo schermo, ambientati in un luogo scelto dal paziente. Potete correre a Central Park di New York o nel vicino bosco di casa, sempre sotto la guida di un istruttore.


Quante volte avete interrotto un programma di attività fisica perché noioso? Ciascuno può rispondere a modo suo, ma in molti casi la routine quotidiana di attività fisica diventa noiosa, al punto da abbandonarla. Se per le persone sane questo potrebbe non essere un problema, per le persone malate l’interruzione può portare a una recidiva. Per questo Roche, la casa farmaceutica che opera da 120 anni in Italia, ha deciso di venire incontro a questo problema istituendo un percorso di educazione fisica divertente, come un gioco. E i primi pazienti che lo sperimenteranno saranno quelli colpiti da sclerosi multipla, per i quali l’attività fisica è un elemento importante per il controllo della malattia.

Leggi tutto...

Log in to comment

La Milano Sanremo 109ª Edizione: RecSando c'è !

La Milano Sanremo 109ª Edizione: RecSando c'è !

La Milano Sanremo 109ª Edizione: RecSando c'è !


Sabato 17 Marzo, per gli appassionati di grande ciclismo e' il giorno della Milano-Sanremo. Il logo ufficiale della gara la presenta come la "Classicissima di Primavera" anche se alla partenza di primavera c'e' ben poco.

Il meteo riserva pioggia, vento e freddo, infatti i corridori si presentano tutti ben coperti e bardati si fara' fatica a riconoscerli. Presenti in gara la maggior parte, a cominciare dal campione del mondo Peter Sagan, al fresco vincitore della Tirreno-Adriatico e vincitore della Classicissima l'anno scorso Kwiatkowski, al velocista Elia Viviani, Philippe Gilbert, Damiano Caruso, Marcel Kittel, Vincenzo Nibali, Mark Cavendish e molti altri. Quasi impossibile fare foto decenti in partenza per la forte pioggia, cosi decido di portarmi sul percorso in direzione Sanremo.
 
Mi fermo a Voghera dove il meteo ci riserva solo un tempo nuvoloso ed assisto al passaggio con nove uomini in fuga da Binasco il gruppo transita a 7 minuti. I fuggitivi saranno raggiunti dopo 259 km.
 


Dopo un paio d'ore eccomi a Sanremo dove fortunatamente brilla uno splendido sole, ideale per i corridori, ottimo per godermi l'arrivo.
 

La Milano Sanremo 109ª Edizione: RecSando c'è !

Siamo al momento clou, lo speaker annuncia l'attacco di Vincenzo Nibali sull'ultima asperita' della gara, il Poggio 4 Km di salita non impossibile ma che dopo 280 km di gara viene affrontata a tutta per fare selezione tra i possibili vincitori.

Il siciliano prende quella poca decina di secondi e sara' per lui un arrivo trionfale in Corso Roma dove viene accolto da un boato da stadio.
La Milano Sanremo 109ª Edizione: RecSando c'è !

Era da 12 anni che la Classicissima non parlava italiano dopo la vittoria di Filippo Pozzato nel 2006.

Con questa vittoria lo "Squalo" arricchisce il suo gia' colmo palmares con due Giri d'Italia, un Tour de France una Vuelta di Spagna, due Campionati Italiani e altro ancora.
 
Finira' la gara in 7 ore 18 minuti 43 secondi, secondo l'australiano Cadel Ewan, terzo il campione francese Demare, a seguire tutto il gruppetto dei migliori.

SFOGLIA LA GALLERIA FOTOGRAFICA

La Milano Sanremo 109ª Edizione: RecSando c'è !


Redazione RecSando  - Paolo Biggini


Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint  La mappa interattiva dei #BikePoint presenti sul territorio, viene costantemente aggiornata [visita la #MapHub] Diventa #BikePoint, compila il modulo di adesione
 

 
Log in to comment

Hanno ucciso Marielle Franco, si batteva contro la violenza alle donne

JPEG - 134.5 Kb

Marielle Franco, 38 anni, attivista del Partito Socialista e della Libertà (PSOL) è stata uccisa in pieno centro a Rio de Janeiro mentre in un auto stava tornando da una manifestazione per la difesa dei diritti delle donne di colore. Anche il suo autista è stato ucciso mentre un’altra donna che era in macchina è rimasta illesa. Secondo i primi elementi dell’inchiesta, i colpi sono stati esplosi da un’altra macchina che ha affiancato l’auto della consigliera.

Il governo brasiliano ha annunciato che chiederà alla polizia federale di assistere le autorità di Rio nelle indagini. Il governatore di centro-destra dello stato di Rio, Luiz Fernando Pezao, ha parlato di "vigliaccheria estrema", e il sindaco evangelista della città ha condannato questo "brutale assassinio".

L’associazione per i diritti umani Amnesty International ha chiesto "un’indagine immediata e rigorosa", in modo che "non ci sia dubbi sul contesto, le motivazioni e gli autori "dell’assassinio della consigliera comunale.

Nelle ultime settimane Marielle Franco aveva denunciato l’aumento della violenza della polizia nelle favelas. Lei aveva anche contrastato la decisione del presidente brasiliano Michel Temer di affidare all’esercito la sicurezza di Rio per cercare di contenere l’escalation della violenza che è in aumento dalla fine dei Giochi Olimpici del 2016.

Leggi tutto...

Log in to comment

Alle Terme di Comano dove il farmaco per la pelle è l’acqua

 



Dal 27 marzo al 4 novembre, una nuova stagione, tra il lago di Garda e le dolomiti di Brenta, in una valle del Trentino Riserva della biosfera Unesco, dove è l’acqua che cura: da 0 a 100 anni.
 
Apertura anticipata della stagione, alle Terme di Comano, tra il lago di Garda e le Dolomiti di Brenta, per la prima fuga di primavera ed un weekend pasquale di benessere e salute, immersi nel setting termale perfetto del connubio tra Riserva della Biosfera Unesco e l’acqua che cura grandi e piccoli.
Avvolti nella natura dei quattordici ettari del parco termale, godere della natura, dei borghi e dei sapori e approfittare di trattamenti detox e wellness a base dei prodotti del territorio e dell’acqua di Comano o, in caso di necessità, iniziare i trattamenti curativi per la cura della pelle nell’unico luogo in cui l’acqua è il farmaco…il più naturale.

Leggi tutto...

Log in to comment

Terapia sempre più personalizzata per il cancro dei polmoni


La cura riguarda tumori per cause genetiche, quindi anche per non fumatori. Ma la diagnostica per identificare la particolare modificazione (ALK) di queste cellule all’origine del tumore, è disomogenea e Roche ha lanciato il progetto “Centro per cento”. Entro un anno la mappa completa dei laboratori che si sono adeguati e degli ospedali in grado di proporre a tutti il test in questione.

Per il tumore al polmone si volta pagina. Per i pazienti affetti da carcinoma non a piccole cellule (NSCLC) nei quali è presente la mutazione ALK, scatta una terapia personalizzata che esclude l’utilizzo della chemioterapia, sostituendola con un inibitore di ALK. Ma non tutti gli ospedali sono in grado di garantire questa combinazione terapeutica che deve essere preceduta da una indagine diagnostica sofisticata. Per questo la casa farmaceutica Roche, titolare dello studio, ha lanciato il progetto “CENTROperCENTO” per abbattere il gap tra diagnostica e trattamento del NSCLC. Il progetto ha portata nazionale, coinvolgerà, infatti, 60 Centri Oncologici italiani distribuiti in tutto il territorio nazionale, più di cento medici e le Direzioni Ospedaliere.

Leggi tutto...

Log in to comment