Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Il servizio di bici condivisa a flusso libero, cioè senza stalli fissi, arriva a
San Donato Milanese, San Giuliano Milanese e Peschiera Borromeo.
100 bici per ogni Comune che raddoppieranno entro l'anno prossimo
fino a diventare 400 per ogni Comune



14 Novembre 2017 - I tre comuni del Sud Est Milano, San Donato Milanese, San Giuliano Milanese e Peschiera Borromeo, si danno appuntamento nel luogo che per San Donato Milanese è il luogo della Cultura.
Siamo in Cascina Roma, il luogo della cultura per eccellenza. Le biciclette gialle del #freefloating, arrivano ufficialmente oggi nei nostri Comuni del Sud Est Milano per dare inizio ad un nuovo modo di intendere la mobilità sostenibile.
E' una idea geniale, che noi di Bicipolitana Network sosteniamo e portiamo avanti da sempre.
Già dai primi momenti in cui nascemmo, nel maggio 2015 iniziammo a portare avanti l'idea di un bike sharing fruibile da tutti i Comuni della Città Metropolitana per permettere ai cittadini di utilizzare un unico servizio che li portasse dalla loro abitazione fino a destinazione anche se al di fuori del proprio Comune.
A San Donato Milanese stava arrivando il bike Sharing, chiededemmo un incontro con l'Amministrazione Comunale per ribadire la nostra visione, ovvero che un servizio di noleggio biciclette non doveva essere scelto se non permetteva ai cittadini di utilizzarlo oltre il proprio confine territoriale, se non fosse capillarmente diffuso in tutte le vie del territorio.
Un po' tutti i politici furono scettici per questa nostra visione, futuristica quasi utopica.

Quando in Italia a Milano, arrivò il freefloating, prima di Mobike e poi di Ofo, da subito iniziammo a postare sui social network che la scelta vincente era di estenderlo a tutta la città metropolitana.
Era a nostro avviso l'unico modo per combattere l'inquinamento e le polveri sottili, ci voleva una soluzione che consentisse agli utilizzatori di muoversi con un solo servizio oltre il proprio Comune, oltre i propri confini.


Questo secondo noi ne avrebbe favorito l'uso nel territorio, non solo per muoversi e fare acquisti al #kilometroZERO, ma anche per andare a lavorare, scoprire luoghi che in automobile non si possono vedere.


Per noi è una scelta vincente, non a caso siamo i promotori del progetto #BikePoint che tra i suoi innumerevoli vantaggi ha anche quello di fare in modo che ogni esercizio commerciale che aderisca al progetto e che non ha modo di posizionare a sue spese una rastrelliera in un luogo privato, possa posizionarla in un luogo pubblico, togliendo  quindi un posto auto, senza però dover pagare la tassa di occupazione del suolo pubblico.
 

Ofo è arrivata e fornisce anche un incentivo ai comuni che aderiscono al loro servizio. Il Comune di San Giuliano Milanese ci ha già detto, durante  un incontro con noi di Bicilpolitana Network, che utilizzerà gli incentivi per posizionare rastrelliere in luoghi pubblici, (cimitero, biblioteche etc), perchè anche se lo slogan di OFO è che si possono mettere dove si vuole, è bene fin da subito stabilire delle regole, mettere ordine alla libertà di ogni cittadino ed educarlo a posizionare correttamente le biciclette gialle nei luoghi idonei.

In questo modo siamo convinti che sia con l'aiuto dei Comuni, sia con l'aiuto degli esercizi commerciali aderenti al #BikePoint che le rastrelliere posizionate sul territorio possano essere davvero tante, un po' come avviene per i parcheggi auto, (10 biciclette occupano lo spazio di un'automobile), e i cittadini si educhino al fatto che muoversi senza automobile permette loro di risparmiare tempo e guadagnare in salute.

Un vero successo il frefloating, il costo è anche molto basso, pochi centesimi a corsa, e in molti si domandano dov'è quindi la convenienza per OFO, con i costi di gestione, i vandalismi e la necessità di fare comunque utili.

In un intervista rilasciata a Bloomberg, Dai Wei, il 26enne fondatore di Ofobike dice che nei primi passi di un azienda espandersi è più importante che consolidarsi, ma a parte le dichiarazioni a sensazione, si va lentamente chiarendo la vera attrattiva per gli investitori, al confronto della quale sopportare gli “imprevisti” di gestione potrebbe valere la candela:

Alle aziendde "cinesi" interessano i nostri dati
l’accesso alle abitudini e ai comportamenti di milioni di utenti già orientati a uno stile di vita digitalizzato, il tutto da una fonte di dati non convenzionale e legata alle reali attività nello spazio fisico, non soltanto in rete.
Non per niente, come riferisce Forbes, dietro Ofo c’è Alibaba, attraverso il suo affiliato finanziario Ant Financial.
Per la crescita di un tale gigante dell’e-commerce la raccolta di dati sul commuting, le abitudini di shopping e la capacità di spesa e di credito di chi usa normalmente le biciclette per muoversi è indispensabile.

Ecco quindi perché il bike sharing free floating cresce ormai più velocemente delle società di ride sharing e delle piattaforme di consegna alimentare.

Oggi è quindi un giorno speciale per dare il via ad un nuovo inizio, di un mondo più attento ai cambiamenti climatici, che si batte per l'abbattimento delle polveri sottili, che permette il consumo al #kilometroZERO


Il prossimo passo da compiere è urgente, togliere la tassa di occupazione del suolo pubblico per il posizionamento delle rastrelliere, vicino agli esercizi commerciali che adericono al #BikePoint,  per noi farlo subito è la scelta migliore per favorire lo shopping #sottocasa nelle Feste di Natale


E' con piacere che siamo venuti oggi in Cascina Roma per immortalare questo cambio di rotta con il nostro fotografo Lugi Sarzi Amadè, e il nostro giornalista Luciano Monti.  

Abbiamo come sempre realizzato un podcast, in modo che possisate cogliere ogni cosa, ogni sfumatura di questa giornata, perché in questi momenti non bisogna perdersi una virgola.
Potremmo sempre riascoltare l'audio quando vogliamo e sentire ogni intervento.

Per tutti i momenti della giornata vi invitiamo a guardare la nostra galleria fotografica.
Queste foto sono protette da copyright per ogni utilizzo in siti diversi da RecSando / Bicipolitana Network è obbligatorio citare la fonte e chiedere il permesso


View this photo set on Flickr


podcast: Luciano Monti
fotografia: Luigi Sarzi Amadè
articolo: Bicipolitana Network Team




Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint

Log in to comment

Redazione RecSando

Da Aprile 2014 – La rete Civica - Recsando è  il giornale online dei cittadini del Sud Milano con iscrizione  presso il Trib. di Milano n.146 del 16/04/14.
La redazione di Recsando lavora per garantire il coordinamento delle informazioni, promuove  ricerche  e  approfondimenti su temi di interesse locale e nazionale.
Direttore Responsabile Edoardo Stucchi