Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Aperte le gare d’appalto per la gestione del CineTeatro De Sica e della Scuola Civica di musica Prina

In merito alle preoccupazioni manifestate dai cittadini relativamente alla futura gestione del CineTeatro De Sica e della Scuola Civica di musica Prina, l’Amministrazione ricorda e chiarisce: - il CineTeatro De Sica viene affidato necessariamente in concessione tramite gara d’appalto gestita dalla CUC (Centrale Unica di Committenza) di Segrate. L’Amministrazione non ha alcun titolo e alcuna possibilità di scegliere direttamente un gestore.
Si ricorda che l’attuale appalto triennale è in scadenza in data 31/7/2017 e non consente alcuna possibilità di proroga o ripetizione. - per quanto riguarda la Scuola Civica di musica G. Prina si rammenta che la Corte dei Conti ha comunicato al Comune di Peschiera Borromeo la necessità di affidare in concessione questo servizio, la cui gestione verrà quindi assegnata mediante gara pubblica presso la CUC di Segrate.

Leggi tutto...

Log in to comment

Google car addio, gli “ovetti” a guida autonoma vanno in pensione

I veicoli sperimentali entreranno nella storia dell’auto per essere i primi veicoli disegnati da Google



mattia eccheli (nexta)

Sono modelli che passeranno alla storia, malgrado abbiano avuto un ciclo di vita brevissimo. Le meteore dell'automotive si chiamano Firefly, cioè il vero nome delle cosiddette Google cars, gli ovetti a elettrici a guida autonoma che hanno strappato qualche sorriso agli automobilisti e impressionato i costruttori.
Ad appena tre anni dal loro debutto, Waymo – la controllata di Alphabet alla quale è stato trasferito il business della guida autonoma – ha ufficializzato il loro ritiro. Le Firefly non verranno sostituite da altre macchina intelligenti prodotte “in casa” perché nel frattempo la società ha raggiunto un'intesa sia con FCA dopo che i suoi ingegneri avevano modificato e adattato anche alcuni modelli giapponesi.
La società ha messo a disposizione una flotta di Chrysler Pacifica, dopo che Google aveva impiegato una serie di Lexus RX450h (il primo e “storico” incidente provocato da una Google car ha coinvolto proprio il suv nipponico).

La sperimentazione continua così in versione ibrida e non più squisitamente elettrica e con modelli le cui dimensioni sono decisamente più vicine a quelle del mercato reale.
Waymo ha spiegato che l'obiettivo non era mai stata la produzione di massa delle Google cars, ma “solo” la messa a punto delle tecnologie per la guida autonoma, che dovrebbe poi essere il grande business del futuro. Da questo punto di vista, con la mostruosa mole di dati a disposizione di Waymo, attraverso Google, Waymo è potenzialmente molto più avanti di qualsiasi altra società almeno sul fronte della mappatura del territorio.

 

Il progetto delle auto senza pilota è stato lanciato nel 2009 e fino al 2016 i veicoli gestiti da Google prima e Waymo poi avevano totalizzato 2 milioni di miglia su strade pubbliche. Poi l'accelerazione: da dicembre dello scorso anno, con la fornitura delle monovolume di FCA (nel frattempo i modelli trasformati sono saliti a 500), nel giro di poco più di sei mesi si è aggiunto il terzo milione (oltre 4,8 milioni di chilometri complessivamente).

Gli ovetti elettrici di Google hanno rivelato al la grande platea degli automobilisti (e non) che un'altra mobilità è possibile: non solo senza emissioni, ma anche senza guidatore.
Nel frattempo, Waymo ha spostato l'attenzione pure sui veicoli industriali confermando l'esistenza di test per la guida pilotata. In questo caso, tuttavia, Mountain View è stata preceduta dalla start-up Otto, che aveva installato le tecnologie sufficienti per fa trasportare 50.000 lattine di birre ad uno specifico autoarticolato “scortato” dalla Polizia.
Delle Google cars non si rimpiangeranno né il comfort (due posti e praticamente nessuna comodità) né le prestazioni (40 km/h di velocità massima), ma trattandosi di auto pionieristiche si sono già guadagnate un posto nella storia. Forse non solo di quella dell'auto.


Fonte: La Stampa - Motori
Licenza Creative Commons

Licenza Creative Commons
Alcuni diritti riservati.

 

Log in to comment

Continueremo a lavorare per far crescere il progetto di San Donato Riparte

Per il ballottaggio di domenica 25 giugno abbiamo deciso di non schierarci con nessuno.
Il buon risultato dell'11 giugno scorso ha rafforzato la nostra voglia di cambiamento, di politica pulita e trasparente, di azioni concrete per far ripartire San Donato.
Sono stati davvero tanti i sandonatesi che ci hanno sostenuto; a loro va il nostro
più sincero ringraziamento.
  
San Donato Milanese, 23 giugno 2017 - Mancano poche ore al ballottaggio tra i candidati Andrea Checchi e Cesare Loris Mannucci; ballottaggio a cui siamo chiamati per decidere il sindaco e la coalizione che governeranno nei prossimi cinque anni la nostra città.
A primo turno concluso, ci siamo presi alcuni giorni di riposo e abbiamo utilizzato il tempo e le energie a disposizione per analizzare i dati ufficiali, ascoltare i tanti cittadini che hanno voluto parlare con noi e confrontarci all'interno della neonata compagine civica San Donato Riparte.
Ecco ora alcuni commenti e riflessioni, con l'intento principale di guardare al futuro e continuare sulla strada che abbiamo intrapreso per un'amministrazione innovativa, incisiva, attenta ai bisogni delle persone e in grado di esercitare un ruolo guida di forte impatto ed efficacia.

Leggi tutto...

Log in to comment

Novità a Certosa: più spazio per la Comunale1

Acf ha perfezionato l’acquisto di un immobile al civico 12 di piazza Tevere.  Il locale ospiterà la farmacia che, oltre a essere più ampia, sarà ammodernata

Si sposteràdi pochi metri, ma la differenza per gli utenti sarà tanta. L’Azienda comunale farmacie, negli scorsi giorni, ha perfezionato l’acquisto di un immobile in piazza Tevere. Il locale, al civico 12, ospiterà la Comunale 1, oggi al civico 22. L’operazione perfezionata da Acf era stata autorizzata dal Consiglio comunale nel corso dell’ultima seduta del mandato, lo scorso 26 aprile.

Leggi tutto...

Log in to comment

I vincitori di Orti in Festa ed.2017



ORTI IN FESTA 2017

VINCITORI 2017

 

All’interno della bellissima e molto partecipata giornata della festa degli orti 2017, svoltasi domenica 18 giugno, si è svolto il consueto concorso degli orti.
Quest’anno 3 le categorie: orto estetico, orto produttivo, orto coerente più menzioni speciali
La Giuria quest’anno era composta da: Nora Bertolotti (presidente), Adele Songini, Paola Trione, Piera Scudeletti e Simonetta Azzimonti
ReCsando, come partner ufficiale degli orti, era presente alla manifestazione.

Leggi tutto...

Log in to comment

Così anche le vetrate possono produrre elettricità

Un progetto dell’università Milano Bicocca consente di trasformare finestre e vetrate in sistemi capaci di catturare la luce solare e sfruttarla per produrre energia


L’Europa ci chiede di costruire entro il 2020 edifici a energia quasi zero e di «elettrificare» il più possibile i consumi. In questo quadro - insieme all’efficienza - un ruolo sempre più da protagonista dovrà giocarlo il fotovoltaico. Ma come superare i limiti imposti oggi da questa tecnologia? «È facile rendere autosufficiente una villetta o un capannone installando dei pannelli solari sul tetto, impossibile farlo con i condomini e i palazzi delle grandi aree urbane che si sviluppano in verticale», spiega Francesco Meinardi, docente di Fisica della materia all’università Milano Bicocca. Dal 2004 Meinardi con il collega Sergio Brovelli porta avanti ricerche per trovare una soluzione. E adesso, la risposta è a portata di mano: i due scienziati, infatti, hanno trovato il modo per trasformare finestre e vetrate in sistemi capaci di catturare una parte di luce solare e sfruttarla per produrre energia. 

Leggi tutto...

Log in to comment

“MONDOVISIONE”: il mondo visto con gli occhi dei nostri giovani

I nostri giovani ci sono. La (ormai) Comunità Pastorale di S. Giuliano Milanese vanta giovani capaci e talentuosi che non nascondono il proprio dono “sotto il moggio”, ma sanno essere “luce del mondo”.
Sabato 17 giugno hanno emanato la loro luce dal palcoscenico del bellissimo Musical “Mondovisione”, andato in scena nella nostra piazza della Vittoria, che ha preso vita grazie alla musica, ai colori, all’energia di questi giovani della Pastorale Giovanile Cittadina, abilmente supportati da un gruppo di adulti, generosi e altrettanto talentuosi.

Leggi tutto...

Log in to comment

Significar per rime – XXVI edizione in ricordo di Simona Orlandi

 

 


Al tempo non importa


Al tempo non importa

. Per alcuni la vita è vuota.

 Per altri è corta.

 Non è nel tempo la sostanza,

 è nel gesto, che in un sol momento assume rilevanza.

 In quel momento ci sei tu. Nel profumo dell’adolescenza, nei pomeriggi abbarbicati di un muretto 

nelle lunghe discussioni 

su obiezioni di coscienza,

 nelle strade di Milano 

a urlare contro la violenza, nel mio ormai ignoto francese 

che mi insegnavi in una stanza. Vivi ancora nei sorrisi d

egli amici di una vita 

Vivi ancora, permanente 

Dolce amica mia, mai svanita
 

Mauro Vigotti


 

Questo l’incipit della serata di venerdì 9 giugn0 2017 presso la biblioteca di San Donato Milanese dedicata a Simona Orlandi…parole che hanno strappato lacrime di emozioni.

Leggi tutto...

Log in to comment

Il decoro e la pulizia della città passano acnhe dal posizionamento di nuovi cestini

Da lunedì 19 giugno è cominciato il posizionamento di nuovi cestini “porta rifiuti”, che riguarderà gradualmente tutto il territorio comunale.
Il piano prevede la posa di un totale di circa 180 cestini, in sostituzione o in aggiunta a quelli esistenti. Le prime zone interessate sono state Cascina Selmo e la pista ciclabile verso Viboldone, che da tempo necessitavano di un intervento in tal senso.
Si proseguirà poi con la collocazione di cestini nella zona industriale e, di seguito, nelle altre zone del territorio, tenendo conto in primis delle aree ad alta frequentazione come i giardini di via Campoverde, dove gli attuali contenitori saranno sostituiti da altrettanti ancora più capienti.

Leggi tutto...

Log in to comment

Le balene sotto casa in Liguria


Nel santuario dei cetacei, da Genova a Montecarlo, migliaia di esemplari scelgono queste acque per riprodursi e crescere. Un osservatorio in mare aperto per appassionare adulti e bambini. Con l’isola Gallinara a portata di mano per un tuffo o una escursione con maschere e pinne.


Eccola. Dopo circa quattro ore di navigazione al largo di Alassio, nel Mar Ligure, appare la sagoma di una canoa rovesciata lunga una ventina di metri. Poi uno zampillo d’acqua sale dal livello del mare, alto sei metri, segno che la balenottera comune che stanzia in queste acque sta emergendo per respirare. Fa ancora tre quattro spruzzi di acqua e poi scompare avendo finito la sua respirazione. Si muoverà sott’acqua per altri 10-15 minuti e poi riemergerà per il successivo respiro. E noi, proseguendo con la imbarcazione della Costa Balenae, una organizzazione naturalistica che vuole portare avanti un progetto di educazione e informazione ai turisti sui cetacei del mar Ligure, continuiamo il nostro percorso in attesa di un prossimo avvistamento. Premiati e, più tardi un’altra balena e un altro avvistamento.
Non è una immagine da film, ma un’esperienza che potete vivere anche voi in uno scampolo di vacanza estiva, grazie all’Associazione Costa Balenae e al Dive Team MolaMola, ad Alassio, che vi offrono la possibilità di vivere un incontro con i cetacei, in modo nuovo ed esclusivo, nel rispetto dell’ecosistema marino e dei suoi abitanti. Ma non vedrete soltanto balene, anche delfini, tartarughe marine, uccelli marini, pesci ed altre creature straordinarie. Un esperto biologo sarà a vostra disposizione durante tutta l’escursione che prevede la partenza dal porto di Alassio, si navigherà alla ricerca di balene e delfini, spuntino a bordo a base di focacce, pizze e bevande e a conclusione della giornata, rotta verso l’isola di Gallinara dove potete fare un bagno e impegnarvi in una uscita di snorkeling. Il santuario dei cetacei vi aspetta.
Non è un fatto nuovo. Nel 1996 nasceva ad Imperia il primo whalewatching italiano, da allora molte cose sono cambiate. Q quella che sembrava una operazione di giovani biologi appassionati e visionari si è rivelata, come peraltro era già successo in altri paesi del mondo, un volano molto importante per attrarre turisti nel ponente ligure e soprattutto per far conoscere a molte persone il valore di queste sorprendenti creature che popolano il mar ligure cercando di sensibilizzare sull’importanza della loro tutela e protezione. Sono molte le imbarcazioni che solcano il mar Ligure alla ricerca dei cetacei, tuttavia, non sempre questo lavoro è svolto nel rispetto dell’ecosistema e dei sui abitanti; questa attività, infatti, presume che a bordo ci siano persone specializzate per informare e sensibilizzare i turisti e i comandanti delle imbarcazioni devono avere l’esperienza e la sensibilità per avvicinare gli animali senza arrecare loro disturbo; questo non sempre succede e l’improvvisazione spesso reca più danni che benefici sia all’ambiente che al turismo stesso. Purtroppo non esistono certificazioni o licenze a garanzia di un servizio di qualità che tuteli sia gli ospiti a bordo delle imbarcazioni che gli animali e l’ecosistema oggetto delle escursioni.
Il santuario Pelagos, che si estende per circa centomila chilometri quadrati, dal mar Ligure fino al Principato di Monaco, dove vivono 400 balene, viene visto spesso come una sorta di acquario dove il turista a bordo pretende, avendo pagato il biglietto, che lo “spettacolo” debba andare in scena, ma il mare è un ambiente naturale, i cetacei sono liberi di fare quello che vogliono a casa loro compreso “non farsi vedere”. Ed è proprio per questo spirito che Barbara Nani, biologa e fondatrice nel 1996 del primo whalewatching in Italia, decide nel 2014 di costituire una nuova società con una visione ed una “mission" diversa: una evoluzione green ed in linea con gli standard internazionali di whalewatching, Un whalewatching ecosostenibile, certificato e di qualità, rivolto a piccoli gruppi con mezzi di impatto minimo e con una maggiore attenzione alle informazioni fornite a bordo e all’avvicinamento agli animali.
La cooperativa Costa balenae, costituita da biologi e naturalisti con lunga esperienza, ha in progettazione una imbarcazione green con portata massima 60 persone che operi nell‘area tutto l’anno. Una imbarcazione con motore ibrido diesel elettrico una assoluta novità che possa avvicinare gli animali senza arrecare loro disturbo, con idrofoni per ascoltare i suoni e vocalizzazioni dei cetacei. Per questo la cooperativa sta partecipando a bandi europei e crowfounding. In attesa di avere l’imbarcazione “ideale”, nella la stagione 2017 ha siglato importanti collaborazioni con due associazioni che da anni portano avanti questa filosofia di attenzione e rispetto verso l’ambiente, come ADs MolaMola Dive Team un gruppo appassionato di subacquei e fotografi che condivido con professionalità ed entusiasmo, la passione e il rispetto per il Mare e per i suoi abitanti e Ads Menkab, associazione fondata dal cetologo prof. Maurizio Wurtz già professore all’ università di Genova e direttore del museo oceanografico del principato di Monaco. Questa sinergia consente di proporre escursioni per piccoli gruppi massimo 10-15 persone. Ciò è garanzia di una miglior attenzione al cliente e una maggiore qualità del servizio.
Prima dell’imbarco la guida naturalistica ambientale effettuerà il briefing alla partenza descrivendo dettagliatamente tutti gli aspetti tecnici della missione in alto mare, curando tutti i temi ambientali ed ecofaunistici dell’attività. Durante la navigazione e soprattutto durante gli avvistamenti i biologi arricchiranno di informazioni e curiosità. Con l’obiettivi di sensibilizzare e informare i turisti appassionati presenti a bordo. Info e prenotazioni Costa Balene: *Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.* OPPURE TELEFONARE A Cooperativa Costa balenae 3473108899.

View this photo set on Flickr


Edoardo Stucchi

Fotografia: CostaBalene - Marco Ballardini / Elena Fontanesi

Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint


 
Log in to comment

Coderdojo: Si è conclusa la terza stagione



Con l’evento del 10 giugno presso l’Accademia Zucchetti di Lodi si è chiusa la terza stagione del CoderDojo Mediglia.

Cos’è il CoderDojo?
CoderDojo è un movimento senza scopo di lucro che si occupa di istituire dei club e organizzare incontri gratuiti per insegnare ai giovani a programmare.
Nato in Irlanda, si rivolge a bambini e adolescenti e si sta espandendo a livello globale.
CoderDojo promuove l’utilizzo del software open source e gratuito e dispone di una forte rete di soci e volontari a livello globale.

E così a partire da un appassionato gruppo di genitori di Bettolino di Mediglia, nel 2014 si è scatenata questa esperienza che ha coinvolto altri genitori e ragazzi (oggi siamo una ventina) e che alla fine ci ha visti impegnati ma soddisfatti per quanto raccolto soprattutto attraverso l’attenzione e l’entusiasmo dei bambini che hanno partecipato agli eventi.

Il calendario di quest’anno è stato il seguente:
  • 10/09/2016 Istituto Frisi – Melegnano - TEACHERDOJO
  • 01/10/2016 Istituto Frisi – Melegnano - TEACHERDOJO
  • 22/10/2016 Istituto Gonzaga - Milano
  • 05/11/2016 San Giuliano Mil.se (Sala Previato)
  • 04/12/2016 Digital Bros Academy - Milano
  • 17/12/2016 San Martino Olearo presso la Protezione Civile di Mediglia
  • 11/02/2017 Istituto Falcone-Borsellino - Pantigliate
  • 25/02/2017 Istituto Cavalcanti – San Giuliano Mil.se
  • 11/03/2017 San Giuliano Mil.se (Sala Previato)
  • 25/03/2017 Scuola Media De Gasperi – San Donato Mil.se
  • 25/03/2017 Istituto Falcone-Borsellino - Pantigliate
  • 08/04/2017 San Martino Olearo presso la Protezione Civile di Mediglia
  • 13/05/2017 Istituto Frisi - Melegnano
  • 27/05/2017 San Martino Olearo presso la Protezione Civile di Mediglia
  • 10/06/2017 Accademia Zucchetti - Lodi
La media dei presenti è stata di circa 30 bambini.

View this photo set on Flickr

Al termine di ciascun evento è possibile fare un’offerta libera per poter acquistare i materiali che serviranno ai futuri eventi e quindi ai futuri programmatori.

Quella di questa estate è però solo una piccola pausa, perché a settembre sono previste importanti novità.
Visto la diversa provenienza di tutti i mentor ovvero i papà, le mamme, i ragazzi e le ragazze che seguono i bambini presenti agli eventi e il nostro impegno diffuso sul territorio, abbiamo deciso di crescere e di diventare CoderDojo Sud-Est Milano.
Saremo sempre noi con l’ambizione di coinvolgere altri bambini e altri adulti in questa nostra avventura volta alla diffusione della cultura informatica.
Avremo una nostra tenuta e renderemo disponibili i robottini che vengono programmati durante gli eventi.

Siamo inoltre orgogliosi di poter mettere a disposizione la nostra esperienza presso un Istituto delle Marche per portare in questo modo la nostra solidarietà ai bambini che hanno vissuto la terribile esperienza del terremoto.

Nell’attesa del nuovo sito, per i contatti al momento il link resta http://coderdojomediglia.go2net.it/

E’ possibile iscriversi a una mailing list per essere informati sui futuri eventi.

L’appuntamento è dopo le vacanze estive e nel frattempo … BE COOL.


a cura di Gianni Boglioli

Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint


 

UC Sangiulianese a Trescore Cremasco



Si è gareggiato in mattinata a Trescore Cremasco. Presenti con Samuel, Stefano, Francesco ed Emiliano per i G2, Edoardo per i G3, Mattia, Matteo, Riccardo e Matteo per i G5, Davide per i G6. Domenica giu' di tono per i ragazzi, a differenza delle altre domeniche nelle gare di oggi il miglior risultato è stato il terzo posto di Samuel M. nella categoria G2. Tutti si sono un po' lamentati del circuito non troppo bello, in fase di riscaldamento Francesco P. è caduto procurandosi escoriazioni un po' dappertutto, Matteo B. appena iniziata la gara è stato punto da una vespa, i ragazzi comunque stanno bene. 

Tutto questo sarà da stimolo per rifarsi domenica prossima nelle gare a Pessano con Bornago.

View this photo set on Flickr

Redazione RecSando - Paolo Biggini

Gli articoli di RecSando / Bicipolitana Network sono in linea grazie alle Convenzioni con gli esercizi commerciali che aderiscono al progetto #BikePoint


 
Log in to comment