Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

OLD ROCK CITY ORCHESTRA è un gruppo italiano di Orvieto nato nel 2009 da un'idea di Cinzia Catalucci e Raffaele Spanetta, al loro secondo lavoro discografico.

Dopo il disco di debutto Once Upon a Time, uscito nel 2012, il 30 aprile del 2015 propongono sulla scena del progressive rock il loro ultimo lavoro, intitolato Back To Earth.

Old Rock City Orchestra è un gruppo che nasce con l'intenzione di fondere le sonorità tipiche del rock delle origini, psichedelia, musica progressiva, blues-rock, il tutto arricchito da atmosfere classicheggianti e orchestrali.
Back To Earth è un Concept Album che racconta la storia di un uomo senza tratti, che come una pedina è costretto a muoversi su una scacchiera, seguendo le regole di un ambiente decadente e privo di sensazioni, osserva immobile il trascorrere inesorabile del tempo.

Esiste, certo, ma è lì immobile, malinconico, passivo, nostalgico e senza stimoli. In questa situazione, la sua mente sembra abbandonarlo, fino a quando riesce a ritrovare la sua forza interiore, vitale, stimolante, energia che lo spinge a muoversi all'interno della scacchiera, alla ricerca di se stesso e proprio grazie agli insegnamenti ottenuti dalle altre “pedine” decide di intraprendere un lungo viaggio, oltre la scacchiera. Riesce a varcare il cancello, superando ogni tipo di difficoltà, per giungere in un limbo dal sapore antico, un mondo ritrovato... Osserva e ad attenderlo all'orizzonte la visione di un pianeta, non un pianeta qualsiasi ma un ritorno alla Terra, e quest'uomo riesce finalmente a riscoprire se stesso e il mondo Natura.
Il disco è stato interamente registrato in Italia e masterizzato in Bulgaria, con una band composta da:

Cinzia Catalucci - Vocals/keyboards
Raffaele Spanetta - Guitars/vocals
Giacomo Cocchiara - Bass/backing vocals
Mike Capriolo - Drums/percussion



Il Concept Album
01- When you pick an apple from the tree 4:14
02- Feelin' alive 4:08
03- Rain on a sunny day 2:09
04- Mr Shadow 3:45
05- Melissa 2:54
06- Lady Viper 2:38
07- My love 3:01
08- Tonight tomorrow and forever 3:02
09- Why life 3:52
10- Back to Earth 9:17


Il disco inizia, con When you pick an apple from the tree, e siamo catapultati subito in uno strano antico mondo fatto di filastrocche e atmosfere a tratti barocche, una cantilena con la voce di Cinzia Catalucci che introduce con il suo canto il secondo brano Feelin'Alive, dalle sonorità prog rock, dai ritmi scanditi dal basso di Giacomo Cocchiara e dalla batteria di Mike Capriolo. Il tema è raccontato dalle tastiere e dalla voce di Cinzia Catalucci. Rain on sunny day arriva in un susseguirsi di sonorità dando spazio e completamento al precedente Feelin'Alive. Mr. Shadow si caratterizza, per le sonorità di continui assoli di chitarra, ritmi che spaziano dal prog al blues e dopo 3.45 finisce sfumando per lasciar spazio a Melissa. Qui a cantare arriva la voce di Raffele Spanetta, un dolce brano che inizia con voce e chitarra acustica, si sviluppa con l'arrivo delle tastiere per poi ritornare alle sonorità minimali e introdurre l'articolato Lady Viper, cantato a più voci. Con Lady Viper gli Old City Rock Orchestra, riescono a raccontarci in soli 2:38 secondi tutta l'essenza del loro creativo e articolato genere musicale, continuando con maestria nella successiva My Love e in Tonight tomorrow and forever. Nel disco viene interpretato un genere musicale veramente non banale e scontato che richiama sonorità blues, rock, psichedeliche e prog, perfettamente amalgamate tra di loro. Why Life un piccolo gioiello, sembra nascere per introdurre e dare fiato alla title track Back to Earth, una mini suite di 9.17 secondi. E se chiudete gli occhi, sembra proprio di intravedere in lontananza la visione di un pianeta, come se quest'uomo prima di fare ritorno si fermasse un attimo a ripensare a se stesso, al suo passato, al suo desiderio di un nuovo futuro alle origini, in armonia con la natura.

a cura dei servizi giornalistici di RadioCodaRitorta - Fabrizio Cremonesi

Log in to comment

Il Salotto Letterario