Se sei un utente della vecchia RecSando il tuo nome utente è nomecognome in minuscolo senza spazi (es. se ti chiami Mario Rossi il tuo nome utente è mariorossi). La password è la medesima di prima.

Accedi come Utente

Su gruppo Facebook arriva “l’Erbario Cittadino
Piante spontanee e arbusti di #SANDONATOMILANESE”

        “#MaQualiErbacce

A San Donato Milanese nasce il desiderio di riscoprire le “Piante Spontanee” autoctone e le loro proprietà.
Una cultura contadina che negli ultimi 70 anni si è persa, ma che torna ad essere esplorata e che si basa sui principi dell’Etnobotanica.

Ma cos’è” l’etnobotanica”?


Questa è una disciplina accademica nata nel XX° secolo, ramo della botanica, che accomuna in se antropologia, linguistica, tradizione, alimentazione e medicina.
Evoluitasi nel tempo, l’etnobotanica, si è ora adattata alle problematiche ambientali, culturali attuali come la riscoperta dei saperi locali e la tutela della biodiversità.
Sul Social Network Facebook, nel gruppo Sei di #SanDonatoMilanese Se…..”, da pochi giorni e da parte dei cittadini Sandonatesi è partita l’iniziativaErbario Cittadino - Piante spontanee e arbusti di SDM” accompagnato dall’ hashtag “#MaQualiErbacce”.

Partecipare è molto semplice, basta fotografare la pianta trovata per la Città, caricarla nell’apposito album del gruppo e inserirne il nome (scientifico e comune) e in fine la posizione geografica (via, piazza oppure parco della Città) in cui è stata scattata la foto e…il gioco è fatto!


E se non conosco il nome della pianta, beh postare per sapere!!!
Insomma con pochi gesti e con l’ausilio della tecnologia, è già stato raccolto un piccolo, ma significativo, numero di foto, segno che l’iniziativa piace ai Sandonatesi.
Lo si intuisce anche dalle di visualizzazioni, like e commenti positivi degli utenti, parlando nella lingua dei Social Network, “postati” sotto l’album.

Ma scopriamo quali piante sono state fotografate:

Plantago major L., e Plantago lanceolata L. -Piantagine, lingua di cane;
Taraxacum officinale, Weber ex F.H.Wigg. Tarassaco, Dente di leone,
Geranium molle L. ovvero Geranio volgare
Lamium album L. Falsa ortica bianca
Linaria vulgaris Mill. – Linaiola presso il Parco Trepalle
Ranunculus ficaria L. – Favagello – pianta tossica.
Glechoma hederacea L. Edera terrestre
Cymbalaria muralis G.Gaerth. - officinale- Cicatrizzante, antinfiammatoria, diuretica, antiscorbutica in Via Po
Artemisia vulgaris L. – Artemisia
Ornithogalum umbellatum L. - Latte di gallina comune
Parietaria officinalis L. – Paretaria o erba vetriola Parco Trepalle
Symphytum bulbosum K.F. Schimp. - Consolida minore – Via Jannozzi
e Malva sylvestris L. Malva selvatica

Citando le info dell’album:
“ Le piante spontanee sono una risorsa, hanno proprietà curative, possono essere edibili e farci bene. Ma anche male quindi attenzione!!!
Spero con questa iniziativa che più persone postino in questo album altre piante trovate in giro per #SanDonatoMilanese, così da creare un grande e meraviglioso Erbario....fatto dai cittadini!

Scopriamo così che quelle che molti di noi chiamano erbacce, sono in realtà risorse, con le loro proprietà officinali, che ritroviamo in ambito erboristico.

Ed è proprio il concetto di “Risorsa”, che ci deve far riflettere sulla tutela ambientale e la riscoperta di queste erbe.


Inoltre, viene sottolineata l’importanza nel fare “attenzione”, perché non tutte le piante sono commestibili, o nei loro fitocomplessi possiamo trovare principi attivi pericolosi, infatti alcune sono tossiche (proprio come nel caso del sopra elencato Ranunculus ficaria L. – Favagello).

Quindi c’è cura in questo piccolo progetto, per creare un vero e proprio Erbario digitale, che sia a misura di Cittadino, ma anche scientificamente corretto e fruibile a tutti.

Come noto esiste l’ Ispettorato micologico della ATS Milano Città Metropolitana (ex ASLMI2) , che verifica la commestibilità dei funghi.
Purtroppo però non esiste un servizio simile anche per le piante spontanee.
Perciò bisogna prestare attenzione ed essere cauti.
Soprattutto oggi che si torna praticare il “Foraging”.

Viene in oltre sconsigliato di raccogliere e consumare le piante in città, per una maggiore sicurezza.
Ma nulla ci vieta di scoprire le meravigliose piante che probabilmente distrattamente non avevamo mai notato.

L’iniziativa è stata abbracciata dall’ Associazione Spazio Libero,  RecSando e Bicipolitana Network  che accoglieranno le foto in un grande Catalogo fotografico, estendendola a molti comuni del Sud-Est Milano, come San Giuliano Milanese, Melegnano e Peschiera Borromeo.

Che dire cari amici con l’arrivo della Primavera, le città si sono riempite di colori mozzafiato e dei profumi inebrianti e i cittadini, da Nord a Sud da Est a Ovest, si sono lasciati catturare, anzi hanno catturato pezzi di questa primavera, inaspettatamente calda, per rientrare in contatto con la Natura.
Quindi non ci resta che goderci questa conoscenza gratuita e partecipativa e i colori e le bellezze naturali del nostro favoloso territorio.

Guarda le erbe già catalogate sull' Erbario Cittadino


Associazione Spazio Libero - Simona Lenas La Monica
Log in to comment